Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itNewsNews e curiosità20 anni di Euro: storia e curiosità sulla moneta europea

20 anni di Euro: storia e curiosità sulla moneta europea

Stampa

Il 1 gennaio 2002 entrava in circolo la moneta unica europea. Ecco storia e tantissime curiosità sull'Euro.

L'anno è appena iniziato ed è già tempo di celebrazioni. Già, perché il primo compleanno del 2022 è quell'Euro, la moneta unica adottata da 19 Paesi membri dell'Unione Europea, che entrò in circolo proprio il primo gennaio 2002, soppiantando vecchi valute come i marchi tedeschi, i franchi francesi e, naturalmente la lira italiana.

BREVE STORIA DELL'EURO

In realtà, benché utilizzabile per i pagamenti solo dal 2002, l'euro era già stata introdotto ufficialmente già nel 1999, anche se per tre anni rimase una moneta puramente virtuale. Dal gennaio di 20 anni fa, invece, nelle tasche degli europei iniziarono a circolare nuove monete e nuove banconote emesse dalla BCE, la Banca Centrale Europea che ha il compito di regolare le politiche monetarie dei paese membri e della cosiddetta "zona euro" (es: fu deciso che un euro avrebbe avuto il valore di 1.936,27 lire).

La BCE non è però l'ente che stampa fisicamente le banconote e conia le monete: quello accade ancora nelle Zecche di alcuni Paesi europei (al momento sono 17), tra le quali, curiosamente, quelle di Danimarca e Regno Unito, che però non hanno mai aderito all'euro!

Ma perché si decise adottare una moneta unica? Principalmente per favorire l'econome continentale, diminuendo i costi derivati dai cambi di valuta, favorendo gli scambi commerciali e promuovendo la parità di prezzi.

QUALI SONO I PAESI ADERENTI ALL'EURO?

Attualmente sono 19 i Paesi dell'euro zona, contro i 27 che compongono l'intera Unione Europea:

  • Austria
  • Belgio
  • Cipro
  • Estonia
  • Finlandia
  • Francia
  • Germania
  • Grecia
  • Irlanda
  • Italia
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Portogallo
  • Slovacchia
  • Slovenia
  • Spagna

CURIOSITÀ SULL'EURO

    • Il simbolo €: il celebra simbolo che identifica la moneta europea è ispirato alla lettera epsilon (ε) dell'alfabeto greco. La Grecia è infatti considerata la culla della civiltà occidentale e si deciso di omaggiarla aggiungendo alla epsilon due linee parallele che dovrebbero simboleggiare la stabilità della valuta.
    • I ponti sulle banconote: sul retro delle monete sono rappresentate celebri opere d'arte e/o personaggi della cultura europea. Ma anche i ponti disegnati sulle banconote esistono davvero? No, quelli sono pura opera di fantasia realizzate dall'artista Robert Kalina e simboleggiano l'unione tra i vari Paesi membri.
    • Anti-contraffazione: ogni banconota in euro possiede una filigrana speciale che si può osservare in controluce. Essa serve per distinguere le banconote autentiche da quelle false.
    • Opere d'arte sulle monete: sul retro delle versioni "italiane" delle monete sono raffigurate diverse opere d'arte. Castel del Monte (1 centesimo), la Mole Antonelliana (2 centesimi), il Colosseo (5 centesimi), la "Nascita di Venere" di Botticelli (10 centesimi), "Forme uniche della continuità dello spazio" di Boccioni (20 centesimi), la Statua equestre di Marco Aurelio in Piazza del Campidoglio a Roma 50 centesimi) e l'Uomo "vitruviano" di Leonardo da Vinci (1 euro).
CATEGORY: 1