Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Natale: 10 cose che, forse, non sai

Natale: 10 cose che, forse, non sai

Stampa
Natale: 10 cose che, forse, non sai
Pixabay

Tra meno di un mese arriva la festa più attesa dell'anno: il Natale. Pensate di sapere tutto sul Natale? Lo sapevate che esiste un'isola che si chiama Natale e che Babbo Natale ha un lato oscuro e... Curiosi? Leggete qua!

Dopo Pasqua, anche Natale ha la sua isola. Si tratta della Christmas Island, nell’oceano Indiano, scoperta il 25 dicembre 1643. È abitata da circa 600 persone e da... milioni di granchi rossi, che nella stagione delle piogge migrano in massa, ricoprendo letteralmente ogni spazio aperto.

 

 

Babbo Natale abita in Puglia? Non proprio, ma... quasi. Il barbuto personaggio, noto come Santa Claus negli Usa, Sinterklaas in Olanda, Sankt Nikolaus in Germania, si ispira a San Nicola di Myra, vescovo cristiano del IV secolo. Le sue spoglie sono custodite a Bari, nella chiesa a lui dedicata.

 

In America sono più d’una le città che si chiamano Santa Claus. La prima, nello Stato dell’Indiana, era stata fondata nel 1854 come Santa Fe. Non potendo però aprire un ufficio postale perché quel nome era stato già assegnato, l’assemblea cittadina decise di intitolare l’abitato a... Babbo Natale!

 

Ogni presepe ha il suo microcosmo di statuine, che di solito raffigurano artigiani, mendicanti e pastorelli. In Catalogna aggiungono il “caganer”, un personaggio accucciato e con le braghe calate, intento a fare... i suoi bisogni. Pare che porti fortuna...

In tutto il mondo Natale si celebra il 25 dicembre, ma non è sempre stato così. A Cuba, ufficialmente per non interrompere la raccolta della canna da zucchero, tra il 1968 il 1997 i festeggiamenti erano stati spostati a luglio!

 

Anche Babbo Natale ha il suo lato oscuro. Si chiama Krampus ed è un demone con denti aguzzi e corna da caprone che segue Santa Claus alla ricerca di bambini cattivi. È uno dei personaggi della sfilata di San Nicolò, che si tiene ogni 5 dicembre in Alto Adige e in Austria.

 

A Christmas Carol (Canto di Natale) è il titolo del famoso racconto di Charles Dickens che ha come protagonista il tirchio e odioso Ebenezer Scrooge. Proprio a questo personaggio è ispirato l’avaro, ma simpatico, Zio Paperone, che Walt Disney chiamò Uncle Scrooge.

 

Non c’è presepe senza cometa. Di una stella che guida il cammino dei Magi parla il Vangelo, che però non fa parola di “code” o scie luminose. Sembra che il primo a dipingerla così sia stato Giotto, nel 1303: secondo una teoria, dopo aver assistito al passaggio della cometa di Halley, due anni prima.

 

L’uso dei regali a Natale viene dai Saturnali, festività dell’antica Roma che si tenevano dal 17 al 23 dicembre. In questo periodo gli schiavi partecipavano ai banchetti come se fossero uomini liberi e tutti si scambiavano doni in segno ?di uguaglianza sociale.

 

Tregua di Natale è il nome dato a un episodio della Prima guerra mondiale, quando nel 1914 le ostilità sul fronte occidentale si interruppero spontaneamente per alcuni giorni. Alla Vigilia soldati tedeschi e inglesi lasciarono le trincee per incontrarsi nella “terra di nessuno” e scambiarsi gli auguri.

 

ULTIME NEWS