Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Mostre | L’incredibile storia dell’agricoltura

Mostre | L’incredibile storia dell’agricoltura

Stampa

Quando e come è nata l’agricoltura? Come ha cambiato il modo di vivere e il pensiero dell’uomo? Ecco un'interessante mostra diretta a giovani e giovanissimi e che vuole fare riscoprire l’origine e il significato dell’agricoltura.

Oggi, spesso la diamo per scontata, eppure dall'agricoltura è nata la civiltà. E con lei tante altre cose. 

 

Le racconta bene la mostra intitolata "Origine ed evoluzione dell'agricoltura", allestita nella cornice del Castello di Sarzano a Casina, vicino a Reggio Emilia, da Franco Capone (storico collega del nostro fratellone Focus) aiutato, tra gli altri, anche da Ivana Strada (la mente creativa di Focus Pico).

Fra gli attrezzi agricoli preistorici esposti lungo il percorso, si scopre che con l’agricoltura, circa 10 mila anni fa, da cacciatore e raccoglitore l'uomo iniziò a risiedere in modo permanente in villaggi sempre più grandi, perché la maggiore disponibilità di cibo, prodotto coltivando, fece crescere le famiglie e tutta la popolazione. Le persone diedero fiducia a tecnici esperti nelle irrigazioni e ad amministrare le scorte alimentari. Furono questi tecnici a divenire i primi re.

Con l’aratro, inventato intorno a 6 mila anni fa, la produzione del cibo decuplicò. Molti poterono allora non andare più a lavorare nei campi, dando origine alle classi dei commercianti, degli artigiani e anche dei sacerdoti. Osservando che le piante coltivate rinascevano sempre uguali, si iniziò a pensare che anche l’uomo non morisse del tutto e che esistessero luoghi simili al Paradiso (da meritare, seguendo le prescrizioni dei sacerdoti). Fra le classi non contadine che si formarono grazie al cibo in più ci fu anche quella dei soldati

Queste e altre cose interessanti su una delle fondamentali attività umane sono in mostra al Castello di Sarzano a Casina, vicino a Reggio Emilia, fino al 5 novembre.

 

Segreteria organizzativa IdeaNatura – info@ideanatura.net

Info e prenotazioni per le scuole: 335 6744818, edda.chiari@ideanatura.net

Ingresso libero

 

 

ULTIME NEWS