Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Storia > Maya: un radar laser svela un intero mondo nascosto!

Maya: un radar laser svela un intero mondo nascosto!

Stampa
Maya: un radar laser svela un intero mondo nascosto!
Ipa-agency

I dati ricavati grazie ad un'innovativa tecnologia laser hanno permesso di mappare oltre 60.000 costruzioni Maya nascoste nel folto della vegetazione. Questa scoperta potrebbe riscrivere la storia del misterioso popolo precolombiano

In Guatemala, nascoste sotto l'intricata cappa di vegetazione, sorgono oltre 60.000 costruzioni Maya che nessuno era ancora riuscito a scovare.

Un vero tesoro archeologico!

Per giungere a tale scoperta - pubblicata sulla rivista Science - i ricercatori si sono avvalsi del lidar, una tecnica di rilevamento radar utilizzata dalla Tulane University della Lousiana (USA) per determinare la distanza e l'estensione di un oggetto grazie a speciali impulsi laser.

In questo modo è stata resa possibile la mappatura aerea di una zona estesa su oltre 2.000 chilometri quadrati che per secoli è stata occultata dallo spesso "tetto" di alberi e foglie della foresta pluviale.

La lussureggiante foresta pluviale del Guatemala cela ancora i numerosi segreti dei Maya
Credits: Ipa-agency

Si riscrive la Storia?

La scoperta di tutte queste costruzioni ha permesso agli scienziati di confermare la cifra già stimata in studi precedenti di circa 11 milioni di persone che tra il 650 e l'800 d.C dovevano formare la "spina dorsale" dell'impero Maya.

Una simile popolazione però doveva confidare su notevoli mezzi di sostentamento e un'agricoltura ben più florida e complessa di quanto i dati in nostro possesso facciano pensare. Probabilmente i Maya avevano trovato un modo per modificare e sfruttare il territorio che in parte ci è ancora sconosciuto!

A confermare l'idea che ci sia ancora molto da scoprire su questa civiltà precolombiana è stato il fatto che, oltre ai numerosi edifici, il lidar abbia rilevato l'esistenza anche di un'intera rete stradale.