Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Matteo Salvo e i segreti della memoria

Matteo Salvo e i segreti della memoria

Stampa

Vi piacerebbe imparare le tabelline in tre minuti? E, a scuola, rendere molto di più a parità di tempo di studio? Matteo Salvo, il primo italiano a diventare International master of memory, ci racconta le sue tecniche.

Matteo Salvo è nato a Genova nel 1976 ed è laureato in ingegneria meccanica. Ma non lo abbiamo intervistato per questo, bensì perché è stato il primo italiano, nel 2013, a vincere il titolo di International master of memory  (maestro  internazionale  di memoria) ai Campionati mondiali di memoria di Londra.
Matteo, cominciamo da qui: che cosa sono i Campionati mondiali di memoria? E che cosa si prova a essere il primo italiano a vincere il titolo?

Il titolo di International master of memory è molto ambito. Lo vincono gli atleti mentali che, durante il campionato, riescono a memorizzare 1 mazzo da 52 carte in meno di 2 minuti di tempo , almeno 10 mazzi di carte in meno di 60 minuti di tempo e a memorizzare un numero, lungo almeno 1.000 cifre, in meno di 60 minuti, ovviamente senza errori.  

 

Wow! Mi fai un po' paura. Ma dimmi, come hai scoperto le tue capacità mnemoniche e quando hai deciso di svilupparle? .
Non ho una memoria straordinaria ma straordinarie tecniche. Quando ero all’università non riuscivo ad andare avanti con i miei esami e ho iniziato a chiedermi se ci fosse un metodo per studiare e acquisire le informazioni più velocemente. Così ho scoperto che non solo esistevano tecniche di apprendimento rapido, come le mappe mentali , le metodologie di studio e le tecniche di lettura veloce, ma addirittura Campionati di Memoria . È stato in quel momento che ho deciso che mi sarei allenato per utilizzare al meglio la mia mente per riuscire a imparare qualsiasi cosa volessi.

 


Magari per imparare le tabelline, uno scoglio per moltissimi focusini! Puoi darci qualche consiglio per superarlo in modo semplice e veloce?
Per imparare le tabelline non è necessario ripeterle ad alta voce fino allo sfinimento. Io insegno un metodo veloce e divertente per impararle in soli tre minuti . Lo spiego ai miei allievi ai Memo KidCamp , i corsi di alta formazione per bambini fra gli 8 ed i 13 anni, con un breve video per le tabelline dal 6 al 9, che sono le più impegnative. 
IL VIDEO DI MATTEO SU COME USARE LE DITA DELLE MANI PER CALCOLARE DECINE E UNITÀ E OTTENERE IL RISULTATO DELLE MOLTIPLICAZIONI. OSSIA DELLE TABELLINE


 


Che cosa sono le mappe mentali?
Le mappe mentali sono una tecnica di memoria straordinaria : sono rappresentazioni grafiche colorate e creative di concetti che aiutano le informazioni a imprimersi nella nostra memoria . Per disegnare una mappa mentale è necessario comprendere i concetti in modo approfondito. Ai miei allievi consiglio di smettere di studiare per imparare, ma di iniziare a studiare per spiegare . Le mappe mentali aiutano proprio a illustrare i concetti per poterli trasferire ad altre persone. Sono disegni simili ad un albero, che partendo da un concetto chiave al centro del foglio si sviluppano in diversi rami, che raffigurano le informazioni secondarie da abbinare alle parole chiave per ricordarli. Le mappe mentali si basano sulla stessa logica di funzionamento del cervello ed è per questo che rendono più veloce l'apprendimento. 

 

Matteo, tu sei il vincitore del Guinness world records memory man e presidente dell’Italian memory sport council, che si occupa della divulgazione delle mnemotecniche e dello sport della memoria. Perché si chiama “sport della memoria”?
Lo sport della memoria è stato creato da Tony Buzan , l’inventore delle Mappe Mentali e dell’alfabetizzazione mentale. È una competizione che comprende 10 discipline collegate alle tecniche di memoria e apprendimento rapido , con concorrenti provenienti da 30 diversi Paesi. Le persone sono sempre più consapevoli dei risultati che si possono ottenere grazie alle tecniche di memoria. C’è chi va in palestra per allenare il corpo e chi si diletta a memorizzare qualunque tipo di informazione per allenare la mente . E poi ci sono le persone che desiderano allenare sia la mente sia il corpo. Ecco perché, da un paio di anni, i Campionati di memoria sono approdati anche in Italia e hanno allievi anche nella categoria dei bambini. 

 

Sappiamo che stai conducendo i MemoKid Camp: di che cosa si tratta?
I  MemoKid Camp sono corsi di alta formazione per allievi di età compresa fra gli 8 ed i 13 anni. Quest'anno tra giugno e settembre formeremo 140 allievi provenienti da ogni parte d'Italia. 10 classi di ragazzi con tanta voglia di trasformare lo studio in un gioco fra avventura, natura e divertimento. Infatti l'obiettivo dei corsi è di coinvolgere gli allievi in un percorso di crescita personale e didattica attraverso il confronto, la creatività e l’abilità di comunicare in modo efficace. Oltre che imparare le metodologie di studio e le tecniche di memoria che faranno la differenza non solo in pagella , ma lungo l’intero ciclo di studi. 

 

Appunto: quanto è importante sviluppare una buona memoria per la nostra vita di scolari e studenti?
La memoria è la capacità di conservare, organizzare e rievocare i ricordi e le informazioni che nascono dalle esperienze di ogni giorno. È molto importante mantenerla allenata perché se abbiamo capito, ma non siamo in grado di richiamare i concetti, non saremo in grado di riutilizzare quelle informazioni. Per questo motivo, tra gli argomenti chiave del MemoKid Camp ci sono le metodologie di studio e tanti strumenti per ottimizzare il rapporto fra risultati e tempo di studio, per poter avere più momenti liberi da dedicare alle proprie passioni
Esistono vari tipi di memoria?
Sì. La memoria a lungo termine, per esempio, è quella più importante, perché diventa parte del nostro bagaglio culturale. Fra i diversi tipi di memoria sensoriale , invece, quella visiva è quella dominante perché parla lo stesso linguaggio della mente, quello delle immagini , e si fissa fra i ricordi anche nel lungo periodo. 

 

Che ve ne pare, focusini? Quali tecniche usate, voi per imparare e studiare? Scrivetelo nei commenti!
ULTIME NEWS