Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Libri > Lettura e crescita: i libri assolutamente da leggere prima dei 16 anni

Lettura e crescita: i libri assolutamente da leggere prima dei 16 anni

Stampa
Lettura e crescita: i libri assolutamente da leggere prima dei 16 anni
Shutterstock

Libri imperdibili e adatte ad accompagnare anno per anno la crescita dei ragazzi: ecco i nostri consigli

Leggere il libro giusto all'età giusta può permetterci di assaporare appieno tutto il significato di un'opera e farlo nostro per sempre. Ecco allora che Focus Junior vi consiglia un libro per ogni fascia d'età dagli 8 ai 16 anni che, secondo noi, varrebbe proprio la pena leggere...

I LIBRI DA LEGGERE PRIMA DEI 16 ANNI

Le avventura di Cipollino, Gianni Rodari (entro gli 8 anni)
In un mondo di ortaggi animati il giovane Cipollino parte da casa per cercare l’avventura ma anche la giustizia e, attraverso mille peripezie ed incontri curiosi (sor Zucchina, mastro Uvetta, le Contesse del Ciliegio, il cavalier Pomodoro), ci insegna a rispettare la diversità e il valore dell’altro.
Da leggere perché: per “imparare a riconoscere i bricconi” e le ingiustizie anche se sono travestiti da verdure.

Cion Cion Blu, Pinin Carpi (entro i 9 anni)
Il nostro eroe è contadino cinese che veste solo di blu e arancione, vive tra i campi di arance e ha un gatto tutto blu e un cane tutto arancione oltre a un pesciolino, che si chiama Bluino. 
Cion Cion Blu parla da pari a pari con il giovane imperatore della Cina e con la sua semplicità capisce tutto d’amore, di briganti, di streghe e di fate.
Da leggere perché: per divertirsi con fantastiche avventure dove l’onestà e la modestia sconfiggono il più baffuto dei banditi.

Emil, Astrid Lindgren (entro i 10 anni)
È talmente monello Emil che gli abitanti del paese dove vive, in Svezia, fanno una colletta per mandarlo in America. Monello e con una grandissima fantasia nell’inventarsi le trovate più ardite che però vanno quasi sempre a finire bene perché Emil ha un grande cuore, vuole bene alla sua mamma, al garzone Alfred e a tutti gli animali della fattoria.
Da leggere perché: l’autrice di Pippi Calzelunghe anche con Emil fa ridere a crepapelle ma ricordandoci che dietro ogni “bricconeria” perché sia davvero divertente ci deve essere sentimento.

Il mago di Oz, Frank Baum (entro gli 11 anni)
Tutti conosciamo Dorothy che, dal Kansas, approda in un regno incantato a causa di un tornado e parte in cerca del famoso mago di Oz per farsi aiutare a tornare a casa. Ma sono indimenticabili anche i compagni di viaggio che si uniscono all’avventura di Dorothy per trovare qualcosa che in realtà non sanno di avere già (il leone Codardo cerca il coraggio, lo Spaventapasseri il cervello e l’Omino di latta il cuore).
Da leggere perché: per capire che è più bello affrontare mille peripezie con gli amici piuttosto che raggiungere semplicemente la meta.

Tre uomini in barca (per non parlar del cane), Jerome k. Jerome (entro i 12 anni)
Un gruppetto di strampalati amici inglesi, J., Harris e George, partono per un viaggio in barca accompagnati dal feroce fox-terrier, Montmorency. Uno è sempre malato, il secondo passa la vita a dare ordini e il terzo è pigrissimo; sarà una gita indimenticabile dove non ne faranno una giusta.
Da leggere perché: un primo assaggio di quel fantastico umorismo anglosassone che sa guardare e ridere con distacco dei difetti che abbiamo tutti.

Un capitano di 15 anni, Jules Verne (entro i 13 anni)
Il giovane orfano Dick Sand imbarcato come mozzo si trova a diventare il capitano di una grande nave baleniera che viaggia lungo le coste della Nuova Zelanda e che finirà per fare naufragio in Africa. Con buonsenso e coraggio Dick riuscirà a portare in salvo, attraverso mille avventure, un equipaggio variegato che comprende un cane naufrago, la moglie e il figlio di un Lord e alcuni schiavi di colore scampati miracolosamente alla tratta.
Da leggere perché: è il sogno di ogni ragazzo partire da mozzo e arrivare ad essere il capitano di una grande nave in pericolo costante.

Il barone rampante, Italo Calvino (entro i 14 anni)
Cosimo Piovasco di Rondò a 12 anni litiga con i suoi genitori e giura che non scenderà mai più dall’albero su cui sale per non mangiare un piatto di lumache. Il testardo nobiluomo manterrà fede alla sua promessa e riuscirà comunque ad avere una vita ricca di sentimenti e di avventure: conoscerà filosofi e briganti diventando una figura nota per tutti gli abitanti del borgo e riuscirà a non scendere dagli alberi neanche in punto di morte.
Da leggere perché: anche le persone che sembrano più strane e che fanno scelte lontanissime da noi possono nascondere meravigliosi mondi da scoprire.

Il giardino segreto, Frances Hodgson Burnett (entro i 15 anni)
Una bimba orfana viene affidata allo zio vedovo poco propenso ad occuparsi di lei. Scoprirà che prendersi cura di qualcuno, il misterioso cugino malato, o di qualcosa, il meraviglioso giardino incolto nascosto dallo zio, aiuta a crescere e ad essere felici.
Da leggere perché: la natura e l’amicizia sanno ancora una volta offrire la chiave per penetrare attraverso il rigore dei sentimenti imposti e delle convenzioni.

Il buio oltre la siepe, Harper Lee (entro i 16 anni)
Negli anni trenta in Alabama, durante la grande depressione, la piccola Scout capisce che poche cose sono come appaiono e che l’eroismo è la coerenza di ogni giorno. Il papà taciturno che difende un nero accusato di qualcosa che non può avere commesso e il vicino misterioso considerato un mostro dagli abitanti della città sono veri eroi in una società dove tutto è già apparenza.
Da leggere perché: una piccola grande testimonianza di un’epoca, che ci sembra lontanissima ma invece è dietro l’angolo, in cui il colore della pelle era la cosa più importante e fare il proprio dovere era difficilissimo.