I dieci consigli di Petrosino, autore di Valentina, per diventare scrittori

 Stampa
petrosino_preview

Vuoi diventare un bravo scrittore? Segui questi dieci consigli di Angelo Petrosino, l'autore dei libri di Valentina.

1. Si diventa scrittori... scrivendo! Io consiglio di scegliere gli argomenti o i temi che conosciamo bene e che coinvolgano testa e cuore.
2. Si diventa scrittori... leggendo o ascoltando storie.
Ho letto ai miei alunni migliaia di storie. Gli scrittori si cominciano a coltivare a scuola.
3. In ogni storia, dev’esserci sempre qualche mistero da scoprire, qualche situazione complicata che tenga desta l’attenzione del lettore. Io amo
molto i gialli, per esempio, e si può dire che quasi in ogni libro di Valentina (o di Antonio) c’è qualche intrigo da chiarire o qualche difficoltà da superare con astuzia e intelligenza.

4. A me piace moltissimo la forma diaristica di scrittura.

I miei personaggi si raccontano per lo più in prima persona. Credo che questo renda la storia più coinvolgente per il lettore.
5. Tanti dialoghi. Un altro espediente per tenere il lettore legato alla pagina, secondo me, è l’uso del dialogo. Le lunghe pagine descrittive, almeno per i bambini, attenuano l’attenzione e possono (non è detto che debbano) provocare noia.
6. Bisogna scrivere capitoli brevi, intensi, succosi. Per molti lettori, un capitolo troppo lungo non è molto invitante. Se i capitoli sono più corti, se ne leggono di più, senza quasi accorgersene. Ma, come sempre, tutto dipende dall’interesse che suscita la storia.


7. Io ambiento molte delle mie storie nei posti più diversi, perché ho viaggiato tanto in Italia e in Europa. Ma anche chi ha viaggiato poco, scelga un luogo che conosce bene e lo trasformi nello sfondo vivido di una storia: lavorando un po’ anche di immaginazione, si capisce.
8. Uno scrittore dev’essere innanzitutto una persona curiosa, deve farsi sorprendere da tutto.
9. E dev’essere uno che sa ascoltare. Le vite degli altri ci raggiungono attraverso i loro gesti, i loro comportamenti e le loro parole.
10. Bisogna sempre esprimersi con semplicità e chiarezza. È la cosa più
difficile da fare, ma rileggendo le proprie frasi, anche ad alta
voce, si possono evitare le contorsioni e trovare la formulazione giusta.

24 Gennaio 2017 | Aggiornato il 17 Marzo 2017
Non ci sono ancora commenti!
Per poter aggiungere un commento fai login oppure registrati!

ULTIME NEWS
Al cinema | My little pony – Il film
23 Novembre 2017 
Condividi
Che cos'è il Black Friday?
23 Novembre 2017 
Condividi
JoJo Siwa sta arrivando!
22 Novembre 2017 
Condividi
SEGUICI        
ABBONATI
© 2016 Mondadori Scienza Spa | P.IVA 09440000157 | Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.