Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Libri > dieci cose che non sai sui libri

dieci cose che non sai sui libri

Stampa

Cosa c'è di interessante da sapere sui libri? Almeno 10 curiosità ci sono!

1. Fra i molti volumi rari custoditi nella biblioteca dell’Università di Harvard (Usa) ce n’è uno unico: Dei destini dell’anima, raccolta di versi del poeta francese Arsène Houssaye. Pubblicato nel 1880, è rilegato... in pelle umana!

 

2. Uno dei libri più misteriosi di tutti i tempi è il Manoscritto Voynich: un volume illustrato di 204 pagine, vergato a mano su pergamena dell’inizio del XV sec. La cosa strana è la lingua in cui è scritto, che non assomiglia a nessuna di quelle conosciute. Finora nessuno è riuscito a decifrarlo.

 

3. Come si fa a trovare qualsiasi libro in qualunque libreria del mondo, anche se non si ricordano autore e titolo? Facile, basta conoscere il codice ISBN (International Standard Book Number). Si tratta di una serie di 13 cifre che codifica ogni libro in modo univoco.

4. L'Indice dei libri proibiti, istituito da papa Paolo IV nel 1558 (abrogato nel 1966), era un elenco di pubblicazioni ritenute dannose per la fede, che i cattolici non dovevano leggere, pena la scomunica. Ancora oggi, di chi viene escluso si dice che è stato “messo all'indice”.

 

5. Nel 2010 è stato restituito alla New York Society Library, la più antica biblioteca cittadina, un libro prestato a George Washington nel 1789 e mai riportato. Per i 221 anni di ritardo gli eredi del presidente Usa avrebbero dovuto pagare una multa di 300 mila dollari, che è stata però condonata.

 

6. Nessuno vorrebbe stare sul Libro nero: se si compare fra le sue pagine, significa che qualcuno ha deciso di farci la guerra. Il modo di dire risale alla Rivoluzione francese, quando i nomi dei condannati alla ghigliottina venivano annotati su un volumetto di quel colore.

7. Il libro più piccolo del mondo, leggibile senza lente, si trova nella Biblioteca Malatestiana di Cesena. Stampato a Padova nel 1897, misura 15x9 mm e contiene una lettera di Galileo Galilei a Cristina di Lorena, in cui lo scienziato sostiene che la teoria copernicana non è in contrasto con la fede.

 

8. Hai mai sentito parlare di lipogramma? È un testo letterario in cui possono comparire tutte le lettere dell’alfabeto tranne una, a scelta dell’autore. Lo scrittore francese Georges Perec (1936- 1982) è riuscito a scrivere un romanzo di oltre 300 pagine senza mai usare la “e”.

 

9. La biblioteca più grande del mondo è la British Library di Londra, che custodisce 170 milioni di volumi. Nel mondo antico, invece, il primato andava a quella di Alessandria d’Egitto, con circa 490 mila manoscritti. Sono andati perduti durante le distruzioni del I e del VII sec d. C.

 

10. Che cosa c’entrano i libri con gli alberi? Molto, se si pensa che la carta è fatta di cellulosa, ricavata dagli alberi ad alto fusto. Ma c’è un’altra affinità: i latini chiamavano liber la parte interna della corteccia, che un tempo si usava come materiale da scrittura.