Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itScuolaStoriaL’armatura “puzzle” romana di 2.000 anni fa

L’armatura “puzzle” romana di 2.000 anni fa

Stampa
L’armatura “puzzle” romana di 2.000 anni fa
National Museums Scotland

Un pezzo rarissimo di armatura romana del II secolo è stato ricostruito come un puzzle da centinaia di frammenti

Un rarissimo pezzo di armatura appartenente a un soldato romano, risalente a circa 2.000 anni fa, è stato accuratamente ricostruito dagli archeologi del National Museums Scotland.

Un'armatura scomposta in più di 100 frammenti fu scoperta, nel 1906, nel sito del forte Trimontium vicino a Melrose, Scottish Borders. In realtà, più che di un'intera armatura, si trattava di un parabraccio in ottone completamente a pezzi che, nonostante il suo stato, è comunque stato esposto per 25 anni al Museo Nazionale Scozzese.

Infinite tessere come un puzzle

Anni dopo, grazie a un'attento e paziente lavoro dei restauratori, durato settimane, l'armatura che proteggeva l'avambraccio del centurione è stata ricomposta ed esposta nella sua forma originale al British Museum di Londra per la mostra Legion: Life In The Roman Army. I restauratori hanno precisato che questo è l'esempio meglio conservato del suo genere, e uno dei soli tre conosciuti dell'intero Impero Romano.

armatura

Un’armatura preziosa

Il dottor Fraser Hunter, curatore principale dell'archeologia preistorica e romana presso il National Museums Scotland, ha dichiarato che per lui e il suo gruppo di lavoro, è stata una grandissima opportunità poterlo ricostruire. Durante i lavori di restauro ha potuto immaginare il centurione che lo indossava, presumendo si trattasse di un soldato di “alto rango”. Infatti, l’armatura oltre a fungere da protezione era anche uno status symbol per chi la indossava: l'ottone di cui è composta, all'epoca era un metallo molto costoso. Indossare un'armatura che scintillava come l'oro era sicuramente un segno di grande prestigio.

CATEGORY: 1