Donna Moderna
FocusJunior.it > News > La piccola Amal in viaggio per i bambini siriani

La piccola Amal in viaggio per i bambini siriani

Stampa

Il burattino gigante “Little Amal” sta attraversando l'Europa per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla situazione dei bambini rifugiati siriani

Il burattino gigante Little Amal (la piccola Amal) è la protagonista di un festival itinerante chiamatoThe Walk” che percorrerà l’Europa a piedi- per puntare l’attenzione sulle storie di milioni di giovani rifugiati. Attraverserà otto paesi - Turchia, Grecia, Italia, Francia, Svizzera, Germania, Belgio fino al Regno Unito- e sarà accolta da centinaia di eventi culturali nelle varie città lungo tutto il percorso.

COS'È LA PICCOLA AMAL?

Questo burattino rappresenta tutti i bambini rifugiati, spesso non accompagnati e separati dalle loro famiglie e costretti a intraprendere viaggi in condizioni estremamente difficili nel tentativo di costruirsi una vita migliore fuori del proprio paese. La sua marcia servirà a non dimenticarli.

Amal è partita da Gaziantep, vicino al confine turco-siriano e arriverà fino a Manchester nel Regno Unito. Sotto la mappa del'itinerario.

Amal
Mappa del viaggio
Credits: walkwithamal.org

Anche se si chiama "la Piccola Amal", in realtà non è poi così piccola: è alta tre metri e mezzo, ha le sembianze di una bambina di nove anni e per muovere le braccia, le gambe e controllare le sue espressioni ha bisogno di quattro burattinai. Durante il suo viaggio si è fermata anche in Italia, sia a Milano sia a Roma dove in piazza San Pietro ha incontrato Papa Francesco. A volte viaggia in camion o in barca, ma in genere cammina.

REAZIONI E CONTRASTI

Purtroppo, però, durante il suo cammino Amal non ha trovato sempre un calorosa accoglienza. Alcuni manifestanti a Larissa, in Grecia, le hanno lanciato pietre e interrotto l’evento. Quell'episodio è diventato virale sui social media, ed è una dimostrazione di come alcuni in Europa e in Medio Oriente non siano favorevoli al reinsediamento di sei milioni di siriani, il cui paese è entrato in una guerra civile nel 2011 e che oggi, non è ufficialmente terminata.

Se vuoi scoprire di più sulla storia e sul viaggio di Amal https://www.walkwithamal.org/it/chi-siamo/piccola-amal/