Donna Moderna
FocusJunior.it > News > La fiemmeite è il nuovo minerale scoperto sulle Dolomiti

La fiemmeite è il nuovo minerale scoperto sulle Dolomiti

Stampa
La fiemmeite è il nuovo minerale scoperto sulle Dolomiti
wikipedia

La fiemmeite è il nuovo minerale scoperto dai ricercatori del Muse sulle Dolomiti, dove non veniva scoperto un nuovo minerale da più di 200 anni.

Perché è così importante?

La fiemmeite è una scoperta importante perché i minerali noti alla scienza sono circa 5300.

Sembra un numero enorme, in realtà, se paragonati alle specie viventi, cioè alcuni milioni, è una quantità piccola.

La buona notizia è che c'è ancora tanto da scoprire: infatti ogni anno si scoprono circa 200-300 minerali nuovi.

Ma sulle Dolomiti erano secoli che non si trovava un minerale "nuovo".

 

 

 

Fiemmeite: perché si chiama così
I ricercatori del Muse chiamato Fiemmeite il nuovo minerale scoperto perché è stato trovato nella Val di Fiemme, in Trentino: si trovata all'interno di legni fossili carbonizzati di una miniera di rame abbandonati da ormai un secolo.

Guardate il video completo della scoperta della fiemmeite

Questa miniera però era frequentata da studiosi e appassionati ricercatori e collezionisti di fossili. E' così che gli studiosi del Muse hanno trovato la fiemmeite.

Riconoscerla come un nuovo minerale non è stato facile: "La fiemmeite forma cristalli molto piccoli, che si distinguono solo al microscopio dagli altri minerali di rame secondari come la malachite e l'azzurrite" spiega nel video qui sopra il geologo del MUSE Paolo Ferretti.

La malachite e l'azzurrite sono due minerali molto comuni, e sono quelli che danno le sfumature azzurre e verdi alle pietre.

Val di Fiemme in Trentino
Credits: wikipedia

Come si fa a riconoscere un nuovo minerale
Nel video spiegano che per riconoscere un nuovo minerale come la fiemmeite gli studiosi utilizzano strumenti di analisi che ne riconoscono la composizione chimica, come il microscopio elettronico a scansione: da una parte fornisce immagine del minerale ingrandite di 1000 volte, dall'altra ne rileva la composizione chimica.

Dalle analisi di questo microscopio, la fiemmeite è composta da carbonio, ossigeno e rame, che sono gli stessi componenti dell'azzurrite.

Azzurrite
Credits: wikipedia

Quindi cos'ha di diverso la fiemmeite dai minerali comuni?
Un minerale di distingue da un altro non solo per i componenti, ma anche per la su morfologia, che viene quindi analizzata dai ricercatori ai raggi-x e con diverse tecniche avanzate.

Oltre alla composizione chimica infatti, occorre conoscere in che modo gli atomi degli elementi che formano un minerale sono legati tra di loro. La sua struttura infatti può essere diversa da quella di altri minerali formati dagli stessi elementi.

La fiemmeite è stata analizzata con la spettroscopia Raman: il. campione da studiare viene illuminato dalla luce monocromatica del laser, e reagisce emettendo segnali che generano uno spettro da analizzare..

Gli spettri ottenuti con questa tecnica dai minerali vengono poi confrontati con quelli di minerali già conosciuti e inseriti in un database per riconoscere il minerale studiato. Nel caso del campione di fiemmeite, confrontandolo con quelli già esistenti, i ricercatori hanno capito di aver trovato un minerale mai classificato fino ad ora.