Categories: NewsScuola

Keith Haring Radiant Vision, l’arte che piace ai ragazzi

In Keith Haring. Radiant Vision non ci sono solo dipinti, ma anche stampe, poster, disegni, sculture e street art, dove lo stile di Keith Haring (1958-1990) è subito riconoscibile. Linee forti, simboli ricorrenti e colori vivaci li ritrovi in ogni sua opera. Insieme a Andy Warhol, altro grande artista, Haring ha rappresentato il successo della Pop Art, l’arte che unisce fantasia creativa e pubblicità.

Puoi vedere i suoi quadri più famosi in una mostra a lui dedicata alla Reggia di Monza dal 30 settembre al 29 gennaio 2023, che debutta in Italia dopo le tappe del tour americano, nel Missouri, a New York, in Florida e in Pennsylvania.

Trovi oltre 100 opere tra litografie, serigrafie, disegni su carta e manifesti, illustrano l’intero la vita e la carriera di Keith Haring, compresi i disegni e i murales in metropolitana, la street art, le mostre in alcune delle più famose gallerie di New York e i lavori commerciale.

Radiant baby

Riconoscerai subito i famosissimi Radiant Baby, che hanno influenzato tutta la cultura americana negli anni ’80 e sono diventati simboli dell’epoca. Le immagini sono l’esempio di come Haring ha combattuto per il cambiamento usando l’arte come strumento di diffusione di massa per il suo attivismo. L’artista infatti era appassionato sostenitore della giustizia sociale, si è sempre dedicato ai giovani di tutto il mondo, sostenendo la loro salute e i loro diritti e supportando al contempo il loro sviluppo creativo.

Fu sostenitore del NO AL NUCLEARE, dei diritti civili, del benessere dei bambini e della consapevolezza del proprio corpo, realizzando tantissimi poster, opere d’arte pubblica e di beneficenza a sostegno di queste cause di importanza globale, ieri come oggi.

Come si svolge la mostra Keith Haring. Radiant Vision

La mostra è divisa in nove sezioni. Si parte dall’ “ICONOGRAFIA, in cui si racconta di come Haring si sia appassionato allo studio dei simboli e a un linguaggio visivo personale ma condivisibile: cani che abbaiano, bambini radiosi, volti sorridenti, uomini segnati, figure danzanti, folle pulsanti, televisori incandescenti e UFO che si spengono.

Poi segue il racconto degli inizi e della vita a New York, dove Haring si trasferisce nel 1978 per studiare alla School of Visual Arts e la parte dedicate alla “GIUSTIZIA SOCIALE”. Con opere come “Untitled (Apartheid)”, un dipinto a due pannelli di una grande figura nera che lotta per liberarsi dal cappio dell’oppressore bianco, Haring sostiene il movimento anti-apartheid.

Un’altra sezione è dedicata alla Kalish Suite, un gruppo di undici incisioni che rappresentano lo sforzo di Haring e di Sean Kalish, un bambino delle elementari che mostrava un talento precoce per i disegni dinamici e lineari simili a quelli di Haring.

I due hanno creato insieme questa immagini selvagge e strane nel corso, passandosi di mano in mano ogni opera fino a quando non è stata considerata completa.

L’opera più grande

Puoi infine vedere anche Medusa Head, la più grande stampa mai realizzata da Haring, lunga più di due metri e alta quasi un metro e mezzo.Fu creata in collaborazione con il tipografo danese Borch Jensen che, dopo aver conosciuto Haring a una cena, invitò l’artista a sperimentare la sua macchina da stampa, appena installata.

L’opera è un’interpretazione moderna del mito greco di Medusa, una donna alata i cui capelli erano composti da serpenti in grado di trasformare quelli che la guardavano in statue di pietra.

Informazioni sulla mostra Keith Haring. Radiant Vision

Dove: Reggia di Monza, Orangerie

Quando: 30 settembre 2022 – 29 gennaio 2023

Martedì – Domenica h. 10-19. Chiusa lunedì

Biglietti (incluso audioguida) Intero: 14 euro – Ridotto: 12 euro

Combinato con biglietto della Villa Reale di Monza: 10 euro

Scuole: 6 euro

Per info mostra: +39 331 214 9630

L’esposizione è curata da Katharine J Wright, prodotta da General Service and Security, GCR e Saga MDS in collaborazione con il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza. La Direzione Artistica e di Produzione è affidata a Beside Studio. La mostra Keith Haring. Radiant Vision è un progetto itinerante possibile grazie a Pan Art Connections.

 

 

This post was last modified on 13 settembre 2022 16:55

Share
Published by
Ilaria Infante

Recent Posts

Che cos’è la febbre?

Che cos'é la febbre e perché viene proprio a noi? Se sono caldo dopo aver…

28 novembre 2022

Viaggio nel corpo umano: le lacrime

In questo articolo faremo un viaggio nel corpo umano con la lente di ingrandimento, scoprendo…

27 novembre 2022

Pigiama party: 10 idee per una festa originale

L’inverno sta arrivando a grandi passi e le occasioni per uscire e vederti con gli…

26 novembre 2022

Viaggio nel corpo umano: perché sbattiamo le palpebre?

Cosa sono le palpebre? E soprattutto a cosa servono? Quante volte le sbattiamo nella vita?…

26 novembre 2022

I Calendari dell’Avvento più creativi da fare in famiglia

Vuoi qualche idea per realizzare un Calendario dell'Avvento particolare? Eccone 6 che daranno libero sfogo…

25 novembre 2022

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne: perché si celebra il 25 novembre?

Il rispetto per la donna e per la vita in generale deve essere un principio…

25 novembre 2022
Loading