Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Il telefono in un dito: il cellulare del futuro

Il telefono in un dito: il cellulare del futuro

Stampa

Alzare il dito all'orecchio per mimare una telefonata e... rispondere lo stesso. Non è uno gioco, ma (potrebbe essere) il cellulare del futuro.

Si chiama Sgnl e all'apparenza è solo un cinturino di un orologio ma, in realtà, vi permette di fare chiamate appoggiando un dito all'orecchio, proprio come quando con i gesti si indica una telefonata.

 

Questo progetto, che potrebbe diventare il cellulare del futuro, è comparso su kickstarter, la piattaforma dove chi vuole realizzare una propria idea, tipo questa, chiede finanziamenti agli utenti, e ha riscosso in poco tempo molto successo. Una volta che si realizza un oggetto nuovo infatti, tipo Sgnl, il cellulare del futuro, ci vogliono molto soldi per realizzarne tanti esemplari e distribuirli per la vendita.

 

 

Come funziona 

Sgnl riceve il segnale vocale dal telefono tramite Bluetooth e genera vibrazioni tramite un dispositivo che si chiama Body Conduction Unit (BCU) che trasmette la vibrazione alla punta delle dita  attraverso la mano. Quando metti il polpastrello sull'orecchio, la vibrazione da origine a un suono amplificato all'interno dell'orecchio. Inoltre il dito blocca il rumore di fondo. In questo modo sentite il vostro interlocutore in maniera chiara anche se siete sul pullman pieno di gente.

In pratica: ricevete una telefonata, schiacciate un bottone sul centurino e alzate il dito all'orecchio: "Pronto?! Si mamma butta la pasta sto arrivando"!

Niente musica

Quando si supera la soglia di 2000 Hz, per esempio quando si ascolta musica o si vede un video, la trasmissione del suono peggiora. Quindi per ora Signl non è fatto per sostituire le cuffie o gli auricolari per sentire la vostra playlist preferita ma in futuro, i ricercatori lavoreranno anche per raggiungere le frequenze più alte.  

 

E voi lo smartphone lo usate più per chiamare o per ascoltare musica? Scrivetelo nei commenti!