Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itNewsNews e curiositàI segreti dei capelli di Beethoven

I segreti dei capelli di Beethoven

Stampa
I segreti dei capelli di Beethoven
Getty Images

I capelli possono custodire dei segreti! Gli scienziati hanno rivelato i risultati delle analisi del DNA di alcune ciocche di capelli appartenenti a Beethoven, il famoso musicista tedesco

I capelli di Beethoven hanno rivelato molti segreti: l'analisi di alcune ciocche, hanno permesso agli scienziati di capire un po' meglio perché il compositore morì il 27 marzo 1827, all'età di 56 anni.

Fino a qualche anno fa si pensava che Ludwig van Beethoven fosse morto per problemi legati all’alcol. Infatti come riporta la sua autopsia, tradotta nel 2006 sul Journal of the Royal College of Physicians di Edimburgo, i suoi organi erano stati divorati dall'alcol e che la superficie del suo fegato era "ricoperta di noduli delle dimensioni di un fagiolo" .

I capelli invece rivelano che…

Quasi duecento anni dopo la sua morte, uno studio dell'Università di Cambridge, in Gran Bretagna e pubblicato il 22 marzo 2023, sulla rivista scientifica Current Biology, mette in discussione questa ipotesi. Sicuramente il compositore amava l'alcol. Le lettere scritte da Beethoven, così come quelle dei suoi amici, mostrano che il compositore ne consumava regolarmente. Sebbene sia difficile dire quanto bevesse, un caro amico scrisse che Beethoven beveva almeno un litro di vino a pranzo ogni giorno. Ma gli scienziati, grazie ai "segreti" rivelati dai suoi capelli hanno scoperto anche che soffriva di una malattia infettiva.

L’analisi del DNA

Il team ha analizzato il DNA di 8 ciocche di capelli presumibilmente appartenenti a Ludwig van Beethoven. Di questi campioni, solo 5 appartenevano allo stesso individuo. I ricercatori sono quasi certi che appartenessero proprio al compositore. Beethoven stesso aveva consegnato una delle ciocche al pianista Anton Halm nell'aprile del 1826, dicendo: "Das sind meine Haare!" ("Questi sono i miei capelli!").

Non tutti i misteri sono stati risolti

Grazie a questi campioni gli scienziati sono stati in grado di mappare i tre quarti del genoma di Beethoven e capire qualcosa in più sui suoi problemi di salute. Le analisi hanno rivelato che era un portatore del virus dell'epatite B e aveva un alto rischio genetico di malattie legate al fegato. Il team però, purtroppo, non ha  capito il perché Beethoven sia diventato sordo.

Un altro mistero da risolvere!

ULTIME NEWS
CATEGORY: 1