Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Holi festival, si festeggia l’arrivo della primavera!

Holi festival, si festeggia l’arrivo della primavera!

Stampa

Che cos'è l'Holi festival? È una tradizione antichissima in cui nei paesi induisti si celebra l'arrivo della primavera.

Questa è la settimana in cui in cui nella maggior parte dei paesi induisti si celebra la primavera con una grande festa chiamata Holi, ovvero la festa dei colori. La data non è fissa, cambia ogni anno in base al calendario lunare e nel 2017 è coincisa con il 13 marzo. Questa ricorrenza è celebrata soprattutto nel nord dell'India, dove, durante i giorni di luna piena nel mese di Phalguna (febbraio-marzo), viene festeggiata simbolicamente la vittoria del bene sul male. Ma nel resto mondo, questa festa è conosciuta soprattutto per l'usanza di lanciarsi a vicenda polveri e getti d'acqua colorati.

commons.wikimedia.org
Un arcobaleno di polveri colorate

Infatti non è possibile essere risparmiati dai pigmenti colorati lanciati nelle strade: tutti ne vengono investiti, senza distinzione di casta, genere o età. Si pensa che le polveri, gulal, abbiano proprietà medicamentose, e contribuiscano a scacciare i malanni invernali. In realtà la festa dei colori, ha ha radici profondissime e ci sono diverse versione sulla sua origine.

 

commons.wikimedia.org
Tra storia e leggenda

Secondo la mitologia induista la festa Holi nasce perché il dio Krishna amava Radha ma i colori della loro pelle erano diversi: Krishna aveva una carnagione scura, Radha bianchissima, così Krishna dipinse il volto dell’amata con polveri di mille colori e profumi, le gulal appunto (polvere variopinta che si usa ancora oggi), che secondo la tradizione scaccerebbe via i malanni invernali. Un'altra leggenda racconta, invece, che gli induisti fanno risalire l'usanza di lanciarsi polveri colorate a un episodio religioso legato sempre alla divinità Krishna: secondo la quale, egli fece, insieme ai suoi amici, uno scherzo alla consorte Radha, ricoprendo la donna e le amiche di fiori e polveri colorate. Questa particolare usanza, prende il nome di Lathmar Holi, da lathis, termine usato per indicare i bastoni. Infatti, si narra che Radha, per reagire allo scherzo di Krishna, lo rincorse e percosse con un bastone. Da qui l'usanza femminile di vendicarsi dei dispetti maschili. Ma lanciarsi polveri colorate e gavettoni d'acqua, rimane la parte saliente della festa e nella maggior parte dei casi è semplicemente un'occasione per divertirsi e le persone si abbracciano e si augurano Happy Holi.

Tra sacro e profano

L'Holi festival in Oriente ha un significato religioso, ma il divertimento dato da tutte queste polveri colorate che vengono lanciate con un sottofondo musicale ha raggiunto anche l'Occidente. Tra le più grandi e meglio organizzate ci sono quelle di New York e Londra.  

commons.wikimedia.org

 

ULTIME NEWS
Natale: 10 libri indimenticabili
Condividi
Come si fa a diventare agente segreto
Condividi
Chi sono le spie nella realtà
Condividi