Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Giornata mondiale del colore: le sfumature della natura

Giornata mondiale del colore: le sfumature della natura

Stampa

Un viaggio alla scoperta delle mille sfumature delle Dolomiti, in occasione della Giornata Mondiale del Colore

Rosa, rosso, blu: la natura regala sempre sfumature splendide, basti pensare a un tramonto sul mare, o a un prato verde brillante: sono i colori che fanno bello un territorio, da quelli naturali a quelli che hanno preso vita grazie alla collaborazione tra uomo e ambiente.

Il 6 maggio si celebra la Giornata mondiale del Colore: per l'occasione raccontiamo i 6 colori che si trovano "al naturale", per esempio tra i paesaggi montani delle Dolomiti: dal turchese del Lago di Molveno, al giallo oro del miele delle api, fino al rosa dei picchi delle Dolomiti del Brenta all’alba.

IL TURCHESE E LE SFUMATURE DI BLU DEL LAGO DI MOLVENO

Il lago di Molveno è il "Lago più bello d'Italia", Il suo colore è  quello di un lapislazzulo incastonato nel rosa delle Dolomiti. Le sue acque, fresche e pulite, assumono centinaia di sfumature diverse a seconda dell’ora del giorno, dal turchese al blu intenso.

IL VERDE DEL PARCO DEL RESPIRO (E DEI PRATI)

Si chiama “Forest Bathing”, bagno nel verde ed è una cosa che si impara a fare nel Parco del Respiro di Fai della Paganella: qui si vedono tantissime sfumature diverse di verde.

Il Parco è ricco di faggi, abeti rossi e pini silvestri che sprigionano nell’ambiente monoterpeni, sostanze volatili dalle proprietà benefiche per l’organismo.

Con il verde rimasto sulla tavolozza, infine, l’Altopiano della Paganella ha dipinto i suoi prati, che grazie al clima favorevole e al sole estivo brillano quasi di luce propria. E per rimanere in tema di verdi e di blu, il vicino laghetto-biotopo di Andalo, si può ammirare lungo la passeggiata pianeggiante che lo circonda.

IL GIALLO DEL MIELE

Quanti colori ha il miele? Impossibile contarli: dal color dell'oro del Millefiori, al giallo vivo, all'arancio scuro del miele di castagno.....non si può limitare a una sola sfumatura il miele prodotto dalle api e dagli apicoltori dell’Altopiano della Paganella.

Le possibilità sono infinite: caratteristico è il miele di tarassaco, dal sapore molto delicato, tipico di queste zone.

IL ROSA DELLE DOLOMITI

Sulle Dolomiti, il dipinto più bello è quello che si crea all’alba, quando il sole si improvvisa pittore e con i suoi raggi accarezza i picchi tingendoli di rosa.

Si chiama “enrosadira” ed è un fenomeno naturale dovuto alle rocce calcaree particolarmente chiare che virano dal bianco al grigio a seconda dei giochi di luce e delle ore del giorno. Uno degli spettacoli più belli delle Dolomiti del Brenta.

L’ARCOBALENO DI ORTI E GIARDINI (E DEI PARAPENDII)

L'Altopiano della Paganella è una tavolozza di mille colori.

Nella bella stagione quando i suoi orti e giardini si tingono del rosso-cremisi delle Peonie selvatiche, del rosa del Fior di Stecco, del verde dei cavolfiori, delle tinte pastello dei fiori delle patate.

Inoltre, le vie e le piazze di paesi come Fai della Paganella e Molveno, si riempiono di fiori di tutti i colori. In estate, sull’Altopiano della Paganella, basta alzare gli occhi per vedere tantissimi parapendii che si lasciano cullare dai venti delle Alpi. Sembrano tanti arcobaleni!