Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Arriva la giornata internazionale del web sicuro: quello che dovete sapere

Arriva la giornata internazionale del web sicuro: quello che dovete sapere

Stampa

Il 9 febbraio 2016 è la giornata internazionale del web sicuro. In oltre 100 Paesi del mondo si uniscono le forze per fare di internet un posto sicuro per tutti, adulti e ragazzi. Ecco che cosa dovete sapere (e fare)

Domani, 9 febbraio, è la giornata internazionale del web sicuro . E sì, lo sappiamo tutti: il web è una miniera di meraviglie, di notizie, di cose utili da imparare per conoscere il mondo. Ma può anche essere un luogo pieno di insidie per gli adulti, per i ragazzi e perfino per i computer e per gli smartphone, come testimoniano le migliaia di virus che girano in rete facendo disastri e anche il pessimo fenomeno del cyberbullismo , che riguarda da vicino proprio voi ragazzi.

 

9 febbraio 2016, la giornata del web sicuro

In Italia, la giornata dedicata al web sicuro vede l'impegno di colossi del web quali Google , della Polizia postale e delle comunicazioni (il reparto specializzato nella ricerca dei criminali del web), di grandi aziende che si occupano di sicurezza e del Movimento genitori .
Lo scopo della giornata del web sicuro è quello di informare voi ragazzi, i vostri genitori e i nonni oltre, naturalmente, ai professori , sui come usare internet in modo corretto e consapevole , per stare alla larga dai pericoli , siano essi legati ai virus, a siti fuorilegge oppure a criminali che, fingendosi diversi da ciò che sono, magari ragazzi anziché adulti malati, tentano di entrare in contatto con voi.

 

Una vita da social

La Polizia postale e delle comunicazioni, in collaborazione con il ministero dell'università e della ricerca ha creato il progetto “ Una vita da social ”, il cui obiettivo è quello di aiutare voi ragazzi a navigare in sicurezza e con la consapevolezza e il controllo di ciò che fate.
Il Movimento genitori, invece, lo scorso anno ha organizzato un concorso tra le scuole per spiegare a ragazzi e genitori cosa si può fare per riconoscere, stare alla larga dai potenziali pericoli della rete e combatterli se mai fosse necessario. Al concorso hanno partecipato dozzine di scuole italiane. 

 


Vediamo il video primo classificato
al concorso che, nel 2015, il Movimento genitori ha organizzato per informare ragazzi e genitori su cosa si può fare per riconoscere, stare alla larga dai potenziali pericoli della rete e combatterli. Ecco il video fatto dagli studenti dell' Istituto comprensivo Parisi De Sanctis di Foggia .