Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Robot Lego in gara: sfida all’ultimo mattoncino

Robot Lego in gara: sfida all’ultimo mattoncino

Stampa

Il 6-7 marzo, a Milano, insieme ai turisti... sono sbarcati anche decine di robot provenienti da tutta Italia e fatti interamente con mattoncini Lego
Si è svolta infatti qui la finale italiana della First Lego League , un campionato di robotica,  in cui varie squadre di ragazzi dai 9 ai 16 anni devono progettare, costruire e programmare un robot autonomo , cioè non telecomandato e in grado di reagire da solo, attraverso i sensori, agli stimoli ambientali.

Come funziona

La First Lego League   è una competizione mondiale (partecipano oltre 70 nazioni da 5 continenti), nata nel 1999 in seguito a un accordo tra Lego e First, un'associazione americana che si occupa di diffondere scienza e tecnologia  (in Italia è coordinata dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto ). 
La competizione prevede 4 prove per ogni squadra . Un Progetto scientifico a tema (quello di quest'anno era sulla scuola del futuro) da realizzare con gli strumenti che si preferisce, un Progetto tecnico in cui la squadra deve spiegare le soluzioni robotiche che ha deciso di adottare per risolvere alcune missioni, una valutazione dei comportamenti della squadra (come lavora in gruppo, come si comporta durante le gare...) e la Gara di robotica vera e propria: la prova più spettacolare e attesa dal pubblico.

 

Due minuti e mezzo di missioni

Si svolge in uno spazio pubblico, con spettatori che fanno il tifo e riprese in diretta della varie fasi trasmesse su un maxi schermo. Ogni squadra deve costruire, usando esclusivamente gli appositi kit della Lego, un robot autonomo, che dovrà compiere il maggior numero di missioni (raccogliere dei pezzi, evitare ostacoli, lanciare un pallina dentro un canestro...) presenti su un tavolo di gara , uguale per tutti. 
Il tempo di gara , durante il quale le squadre si sfidano 2 a 2, è di soli 2,5 minuti, ma ovviamente i vari team iniziano ad allenarsi almeno 2 mesi prima e continuano a farlo anche durante il giorno della competizione, provando e riprovando.

 

I vincitori? Voleranno in America per la finale mondiale 

Tra le 28 squadre che si sfidavano in questa fase finale, quella vincitrice è  risultata  la   IB-Ombi di Pistoia , che quindi volerà a St. Louis (Usa) per partecipare alla finale mondiale.  Al secondo posto il  Liceo Rosmini di Rovereto , terzo il  Tamba Team di Trento .

 

NEL VIDEO QUI SOTTO PUOI VEDERE ALCUNI MOMENTI DELLA MANIFESTAZIONE