Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Focus Junior intervista Peter Pan

Focus Junior intervista Peter Pan

Stampa

Si chiama Giorgio Camandona, è un attore/cantante/ ballerino che interpreta Peter Pan nel musical che sta girando nei teatri di tutta Italia. Ecco cosa ci ha raccontato, con le date e le città del suo spettacolo.

Chi non conosce Peter Pan? Il "bambino volante", protagonista del libro di James M. Barrie, è diventato famosissimo con il film a cartoni animati di Walt Disney, in cui deve vedersela con il perfido Capitan Uncino

Ora la storia del ragazzo che non voleva crescere è anche un musical, in scena fino a febbraio in diverse città italiane. Noi abbiamo incontrato Giorgio Camandona, il protagonista, che canta, balla e recita sulle musiche composte da Edoardo Bennato

 

Ciao Giorgio, raccontaci come e quando hai deciso di diventare cantante e ballerino...

Ho iniziato a studiare danza a 14 anni, e canto a 18, ma non pensavo di poterlo fare di mestiere, fin quando a 22 anni non ho incontrato un insegnante che mi ha fatto la domanda fatidica : "perchè non studi seriamente per trasformare la tua passione nel tuo mestiere ?!" Io non ho esitato neanche un attimo, ho lasciato l'università a Genova e mi sono trasferito a Milano: ho capito subito che era la scelta giusta!

 

Hai avuto qualche modello che ti è stato di ispirazione (cantante, attore, ecc)
Non ho mai avuto un vero e proprio "idolo" ma mi ricordo perfettamente che da ragazzino mi rimase molto impressa un intervista ad Alex Baroni in cui raccontava il suo percorso professionale, da corista a cantante di successo. Da quando ho iniziato a lavorare in teatro apprezzo i tanti colleghi più grandi e con più esperienza di me che ho incontrato durante gli spettacoli fatti fin ora, come Mauro Simone, Manuel Frattini, Giampiero Ingrassia, Felice Casciano, Paola Ciccarelli e molti altri.

 

Quali consigli puoi dare a chi vorrebbe iniziare una carriera come la tua?
Il consiglio più importante credo sia racchiuso nella parola CURIOSITÀ. Credo che per fare il nostro mestiere bene, sia necessario avere interesse verso l'arte a 360 gradi e in generale verso tutto ciò che ci circonda. Tante volte quando si entra in un percorso formativo professionale si è così concentrati a studiare le materie che vengono proposte, che ci si dimentica del cinema, l'arte, la fotografia e si entra in un loop "musical" che a volte ci chiude in un mondo troppo piccolo!

 

Credi che per avere successo sia più importante l'impegno o la fortuna?

Per avere successo credo sia fondamentale l'impegno. E ancora di più credo sia necessaria la voglia di impegnarsi! La fortuna è la ciliegina sulla torta: a volte ci vuole , a volte non serve!

 

Da piccolo ti piacevano i musical? Se sì, quali?
Da piccolo non sapevo cosa fosse un musical, lo ammetto! E l'ho scoperto molto tardi! Ho sempre visto la danza , il canto e la recitazione come tre forme ben distinte e raramente in relazione... la prima volta che ho visto un musical a Londra, "We will rock you", sono rimasto folgorato!!!

 

Quale dei personaggi che hai interpretato finora a teatro ti è piaciuto di più? Perché?
Senza tanti giri di parole, credo che Peter Pan sia il ruolo che finora mi sta permettendo di esprimermi al meglio: mi sento molto stimolato perché ballo canto e recito molto, e in più rappresento un ruolo "gigante" in una storia bellissima!  Però ci tengo a dire che ogni ruolo che ho interpretato, da Pinocchio, a Dave in Replay o Roger in Grease, mi ha regalato un tassellino fondamentale per il mio percorso! 

 

Quale dei personaggi del musical Peter Pan ti piace di più? E nel film di Walt Disney chi era il tuo preferito?
Peter Pan ha fatto parte della mia infanzia e fin da bambino era il personaggio delle fiabe che più mi affascinava (e infatti non perdevo occasione per travestirmi da Peter ad ogni carnevale o festa a tema) e sicuramente nel film della Disney era il mio preferito. Nel musical ci sono tanti ruoli molto interessanti, un bellissimo ruolo è quello di John, il fratello più grande di Wendy, mi piace perchè ha un grande potenziale di crescita nel corso dello spettacolo!

 

Qual è la caratteristica di Peter Pan che ti piace di più?
La caratteristica di Peter che più mi piace è lo spirito di iniziativa e il suo essere così trascinatore e leader. In ogni situazione riesce con energia, naturalezza e un pizzico di arroganza a riportare l'attenzione su di sé e sulla sua idea... in questo modo riesce a convincere tre ragazzi a scappare di casa, fa cambiare idea ad ognuno di loro su quelle che sono delle certezze (non si puó volare, le fate non esistono, l'isola NON c'è...) salva Giglio Tigrato e poi tutti dalle grinfie di Uncino... Insomma è un vero eroe!

 

Sulla scena “voli” davvero? Come fai?
Semplice: con PENSIERI FELICI e UN TOCCO DI POLVERE DI FATA!

 

Come ti piacerebbe che fosse l'isola che non c'è?
Mi piacerebbe che fosse un posto dove non doversi mai trattenere, dove si possano esprimere la nostra natura e alla nostra creatività, esattamente come si fa quando si è bimbi. Mi piacerebbe che fosse un luogo con tante persone che hanno voglia di condividere senza paura di essere ingannati!

 

Dicci in tre parole come definisci questo spettacolo, e perché dovremmo assolutamente non perderlo
I musical Peter Pan è: magia, condivisione, divertimento. Non potete perderlo perché... Beh, perché non so se avete mai visto qualcuno volare!! 

 

Chi è il tuo cantante (attuale) preferito? E l'attore?
Non non ho un cantante o attore preferito... ma sicuramente è quel cantante che ogni volta che lo ascolto mi fa venire i brividi... come Freddie Mercury. Fra gli attori seguo un performer di Broadway che ammiro moltissimo, Aaron Tveit, e per quanto riguarda il cinema Eddie Redmayne!

Il tuo libro del cuore? E il film?
Il mio libro del cuore è il Piccolo Principe (che tra l'altro ho anche interpretato a teatro anni fa!) perché mi ha accompagnato in molte fasi della vita. Il film del cuore è sicuramente "Le pagine della nostra vita" di Nick Cassavetes con Ryan Gosling... me ne sono innamorato subito e ancora oggi ogni tanto sento il bisogno di riguardarlo!

Quale personaggio ti piacerebbe interpretare in futuro?
Mi piacerebbe interpretare Galileo in "We will Rock you", lo show con le musiche dei Queen! 

Hai qualche sogno che non hai ancora realizzato?
In questo periodo ho ben due sogni che mi piacerebbe realizzare: uno è andare all'estero portando in scena uno spettacolo italiano... mi piacerebbe, per esempio, portare Peter Pan oltreoceano o in un paese comunque lontano! E poi mi piacerebbe fare un esperienza al cinema, da qualche tempo sento l'esigenza di mettermi alla prova in un ambito diverso dal teatro.

 

Il musical Peter Pan è in questi giorni al teatro Arcimboldi di Milano (fino all'8 gennaio). 

Poi sarà a Firenze (13-15 gennaio), Torino (27-29 gennaio), Genova (2-5 febbraio) e Parma (7-8 febbraio).