Donna Moderna
FocusJunior.it > News > A Firenze si gioca la coppa del mondo di Quidditch

A Firenze si gioca la coppa del mondo di Quidditch

Stampa
A Firenze si gioca la coppa del mondo di Quidditch
Ipa

Da oggi al 2 luglio partono i campionati del mondo di quidditch, lo sport amato e praticato da Harry Potter. Ma questa volta i giocatori sono atleti in carne ed ossa.

E mentre la maggior parte dei babbani segue i mondiali di calcio; un altro grande evento sportivo si disputa da oggi al 2 luglio proprio in Italia: 31 Paesi si sfidano nel grande torneo di quidditch che si tiene a Firenze.

Leggi anche: La prossima coppa del mondo di quidditch si giocherà a Firenze

Avete capito bene, si giocheranno vere e proprie partite dello sport preferito da Harry Potter. Ovviamente non ci saranno né voli in picchiata né boccini incantati da rincorrere, perché gli atleti sono tutti comuni mortali (babbani appunto), però ci sarà un vero campo da gioco e le squadre saranno formate da sette giocatori misti (ragazzi e ragazze). Ognuno avrà una scopa tra le gambe e dovrà segnare colpendo le pluffe, palloni da pallavolo leggermente sgonfi, o schivare i bolidi, palle da dodgeball. Poi ci sarà un giocatore che porterà in giro il boccino, fondamentale per vincere la partita, appeso dietro alla schiena.

L'evento è promosso dalla International Quidditch Association (Iqa) che, in collaborazione con il gruppo fiorentino Human Company, cura l'organizzazione del campionato.

L'idea di portare nel mondo reale lo sport praticato dagli studenti di Hogwarts è nata nel 2005 in un college di Middlebury nel Vermont (Usa). Da lì è arrivato in Europa nel 2010, mentre in Italia l'associazione quidditch è stata fondata nel 2013 a Monza. Oggi gli azzurri hanno all'attivo tre competizioni: European Games 2015, Iqa World Cup 2016, European Games 2017.

La cerimonia di inaugurazione si terrà in piazza Santa Croce dove si giocherà la partita dimostrativa tra l'Italia e l'Australia, campioni in carica. Le gare si giocheranno negli impianti sportivi di Campo di Marte con finale allo stadio Padovani.

Regole del gioco
    • Si gioca in un campo a forma di… capsula, con 3 anelli a entrambe le estremità
    • 7 giocatori per squadra in campo, più un 15esimo elemento imparziale che svolge il ruolo del Boccino d’Oro potteriano.
    • I 3 cacciatori e il portiere giocano con la Pluffa, tentando di segnare in uno dei tre anelli avversari; i 2 battitori, invece, usano i bolidi (3 in tutto) per colpire gli avversari ed eliminarli temporaneamente dal gioco, in stile dodgeball; il cercatore, infine, insegue il Boccinatore(Snitch Runner), tentando di prendere il Boccino – una palla da tennis dentro a un calzino, infilata nei pantaloni del boccinatore – mentre il boccinatore è autorizzato a maltrattarlo, nei limiti richiesti dalla sicurezza.
    • Sono autorizzati vari tipi di contatto, dalla spinta con la mano al placcaggio.
    • Si gioca con una scopa lunga circa un metro tenuta tra le gambe, che ha il duplice scopo di mantenere l’aspetto ridicolo dello sport anche ai livelli più competitivi, e di aggiungere un aspetto tecnico a quelli atletici (si corre in modo diverso, si gioca soprattutto a una mano sola…), alla pari di elementi quali il palleggio nella pallacanestro, il limite di passi nella pallamano, il passaggio all’indietro nel rugby, i pattini nell’hockey, e via dicendo.

Leggi anche: 10 curiosità che non sapevi su Harry Potter