Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Film > Il libro della giungla, un film da Oscar

Il libro della giungla, un film da Oscar

Stampa

Il "live-action movie" della Disney ha vinto l'Oscar per i migliori effetti speciali. L'occasione è giusta, quindi, per rivedere il film che ha per protagonista Mowgli e i suoi amici animali, in una bellissima storia di rispetto e cura della natura

È uscito nel 2016 e molti di noi l'avranno già visto al cinema, ma ora Il libro della giungla, il "live action movie" della  Disney che è la trasposizione con attori in carne ed ossa del celebre cartone animato del 1967, a sua volta ispirato al romanzo "il Libro della Giungla" di Rudyard Kipling  scritto alla fine dell'Ottocento, ha trionfato ai premi Oscar nella categoria "effetti speciali", aggiudicandosi la preziosa statuetta. Un'occasione in più per rivederlo!

 

L'attore protagonista (e l'unico "in carne e ossa" nel film) è l'esordiente Neel Sethi , che interpreta il giovane protagonista Mowgli; per animali parlanti e ambientazioni esotiche, i produttori del film si sono invece affidati ad un ampio uso di fotografie ad alta definizione delle belve della giungla, le quali sono state poi animate grazie a sequenze di "motion-capture", una tecnica che vede attori reali recitare e muoversi nello spazio con tute speciali che "catturano" ogni movimento ed espressione facciale, in modo che vengano applicati poi  ai personaggi digitali. Un ottimo lavoro che ha consentito loro di vincere il tanto ambito Oscar! 

 

La storia

La vicenda del film prende le mosse dal precedente cartone animato (sempre della Disney ) e la trama, pur con qualche accorgimento, è più o meno la stessa: il giovane "cucciolo d'uomo" Mowgli, cresciuto nella giungla da un branco di lupi che lo ha adottato, è costretto a lasciare l'amata foresta a causa del ritorno della tigre mangia uomini Shere Khan
Nel suo viaggio verso il villaggio degli uomini, il giovane accompagnato dal saggio Bagheera (una pantera nera) e dallo spensierato Baloo (un orso) incontrerà molti animali dalle svariate caratteristiche caratteriali e morali , che renderanno  il suo cammino un vero percorso di crescita.

 

Uomo e natura, un rapporto complicato ma necessario!

Il film al passo con i tempi, cerca anche di dare un importante insegnamento: rispettare gli equilibri della natura ed imparare a convivere con l'altro.
Differentemente dal cartone animato, ormai un po' vecchiotto, il nuovo "movie" vuole infatti dare una chiave di lettura un po' più complicata rispetto al normale intreccio del personaggio positivo alle prese con avversità e pericoli. Il nemico in questione infatti, la tigre Shere-Khan, non è una creatura malvagia fatta e finita, ma odia gli esseri umani a causa dei tormenti e delle numerose cicatrici che le hanno inferto nel corso della sua vita. 
Il piccolo Mowgli quindi si trova nei guai per una situazione creata dall'uomo stesso !
Ecco perché è importante comprendere come l'essere umano sia tutt'uno con l'ambiente in cui vive, ambiente che va quindi rispettato e tutelato per non trovarsi poi in situazioni spiacevoli..

 

Un cast umano per un film "animalesco"

Oltre agli attori che hanno donato i movimenti fisici, la Disney ha radunato un cast di tutto rispetto per le voci dei personaggi.
Mentre nella versione originale in inglese sono stati impiegate vere star del calibro di Bill Murray e Lupita Nyong'o (che aveva prestato la sua interpretazione anche per il personaggio digitale di Star Wars Maz Kanata), per la versione in lingua italiana sono accorsi molti Vip nostrani. Tra gli altri: l'attore e comico  Neri Marcorè ,che darà la propria voce a Baloo, Giancarlo Magalli , l'orango Re Luigi o Re Louie, che vuole costringere Mowgli a rivelargli il segreto del "fiore rosso"(il fuoco!), Violante Placido , la lupa Raksha , Giovanna Mezzogiorno , il pitone ipnotico Kaa e il grande Toni Servillo , che doppierà la pantera Bagheera.
SCOPRI LA POTENZA DELLA GIUNGLA CHE SI RIPRENDE I SUOI SPAZI  E LEGGI UN ALTRO FILM MOLTO ATTESO: IL RITORNO DELLE TARTARUGHE NINJA !
Di Niccolò De Rosa