Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Film > Intervista a Nicola Savino, il doppiatore di Peter Rabbit!

Intervista a Nicola Savino, il doppiatore di Peter Rabbit!

Stampa

Giovedì 22 marzo esce nelle sale cinematografiche il fil  d'animazione "Peter Rabbit". Nella versione italiana è il famoso conduttore Nicola Savino a prestare la voce al coraggioso protagonista. Gli abbiamo fatto qualche domanda!

Peter Rabbit sta per arrivare al cinema!


Il simpatico coniglio, nato della penna di Beatrix Potter, sbarca sul grande schermo nel film "Peter Rabbit", distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia e diretto da Will Gluck.



 



Nella versione italiana la voce di Peter sarà di Nicola Savino, celebre conduttore televisivo e radiofonico che ha voluto imbarcarsi in una nuova avventura: quella del doppiaggio!



 



Allora, com'è andata?



«È stata bella, divertente...E lunga, perché per cinque giorni ho fatto quello dalla mattina presto alle 8 di sera! Tutto molto intenso, perché poi alcune scene vanno lisce e sono “buona la prima”, mentre per altre, soprattutto quando sei all'inizio e devi ancora capire come funziona, ci vuole molto più tempo. Serve molta pazienza».



 



Pensi che ti abbia aiutato la tua esperienza in radio?

«Certo. Però sono arrivato in studio quasi un po' sbruffone: “che vuoi che sia, sono in radio da anni, le voci le so fare, sarà una passeggiata”... Invece, come in tutti i lavori, all'inizio devi andarci molto cauto».





Difficoltà più grande?

«La velocità che ha questo personaggio, ma anche il dover rendere al meglio i giochi di parole che dall'inglese (la lingua originale del film ndr) sono state tradotte in italiano. Poi in ogni seduta di doppiaggio ti devi mettere un vestito che non è il tuo, perché James Corden, il doppiatore originale, ha recitato la parte di Peter Rabbit da zero. Lui diceva la battuta come gli veniva e poi gli animatori gli andavano dietro. Io invece sono dovuto andare dietro sia a lui che al disegno animato!»



Warner Bros.


Pensi di essere riuscito comunque a mettere qualcosa di te stesso nel personaggio?

«Spero di sì, seppur in “doppiese” . Alla fine Peter Rabbit è Peter Rabbit!»





Hai trovato qualcosa in comune con Peter?

Bhe, mi piace molto perché è coraggioso. Da noi “Il coniglio” è un titolo che diamo ai codardi, mentre lui è un coniglio coraggioso e che dà coraggio agli altri».





E invece un aspetto che proprio non c'entra nulla con te?



«La giovanissima età (ride ndr)».





Cosa pensi che piacerà di più di questo film?

«Credo che piacerà il mix tra disegno animato e umani. Poi c'è una meravigliosa gita a Londra che completa i tanti paesaggi di campagna. Infine c'è il messaggio di fondo, che è appunto un invito al coraggio».





Può piacere anche agli adulti?

«Sì, perché in questo film ci sono temi importanti come l'accettazione del diverso. Sono argomenti anche banali, ma sono importantissimi e ce li dimentichiamo troppo spesso.



 



GUARDA LA CLIP DI "PETER RABBIT"!



ULTIME NEWS