Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Film > Il Re Leone: 7 bellissime curiosità che (forse) non conoscete

Il Re Leone: 7 bellissime curiosità che (forse) non conoscete

Stampa

Dai segreti del live-action ad alcune chicche sui personaggi. Ecco sette curiosità che probabilmente non conoscete sul Re Leone!

Da giorni non si fa che parlare del Re Leone, uno dei lungometraggi Disney più amati di sempre e che, dopo l'originale cartone animato del 1994 (vincitore di due Premi Oscar) è tornato a farci sognare in una nuova versione in live-action.

Ma siete sicuri di sapere tutto sul fenomeno del momento? Ecco alcune curiosità pazzesche sul Re Leone!

1 - GRAFICA PAZZESCA
Chi è già andato al cinema a vedere il live-action si sarà accorto del meraviglioso impatto visivo degli animali: sembrano veri. Per realizzare i personaggi infatti ci sono voluti circa due anni di lavoro in computer graphic e il compito era ancora più difficile perché i personaggi, oltre ad avere movimenti identici ai veri abitanti della savana, dovevano anche trasmettere emozioni e sentimenti con espressioni molto...Umane!

2 - TRAMA ORIGINALE
Per decenni la Disney ha sfornato capolavori ispirati a storie già esistenti (Cenerentola, Biancaneve ecc...). Il Re Leone del 1994 invece fu il primo lungometraggio della casa di Topolino ad avere una trama completamente originale (anche se l'ispirazione venne dall'Amleto di Shakespeare).

3 - NOMI SWAHILI
Ne il Re Leone l'Africa trasuda anche dai nomi di molti protagonisti. In swahili infatti, una delle lingue più parlate nel continente, Simba significa nientemeno che..."leone"! Ma non finisce qui: Nala, vuol dire "dono", Sarabi "miraggio", Pumba "stupidotto"e Rafiki "amico. Nomi azzeccati no?
E poi c'è il famoso motto Hakuna Matata...Ma questo non serve tradurlo vero?

4 - TRA FINZIONE E REALTÀ
Benché sia infarcita di elementi di fantasia, nella storia del Re Leone si possono ritrovare alcune dinamiche e comportamenti adottati dai leoni in carne ed ossa che vivono nella savana. Come nel film infatti, anche i leoni "veri" sono acerrimi nemici delle iene, le quali contendono ai felini il territorio e spesso attaccano in gruppo per sottrar loro la preda appena catturata. Inoltre, anche la brama di potere di Scar non è del tutto immaginaria visto che tra i leoni il capobranco è costantemente sfidato da altri maschi che ne vogliono prendere il posto. Certo, i leoni della realtà non sono però subdoli e malvagi come il cattivone Disney!

5 - IL SAFARI
La fedeltà con la quale venne riprodotto il regno animale nel film del 1994 (e quello del 2019 non è da meno) si deve al fatto che i creatori dell'epoca decisero di organizzare un safari prima di mettersi all'opera per respirare la vera atmosfera della savana e osservare nel proprio habitat le creature che avrebbero "cartoonizato".

6 - IL VERO NOME DI SCAR
In inglese scar significa "cicatrice" ed è proprio una cicatrice sull'occhio sinistro che caratterizza il perfido antagonista del film. Ma quindi Scar è solo un soprannome? Sorprendentemente sì!
In un fumetto del 1994 (dopo il successo cinematografico l'universo del Re Leone si arricchì di sequel, serie Tv, spin-off e storie a fumetti) intitolato The Lion King: A Tale of Two Brothers ci viene svelato infatti che il vero nome di Scar è Taka.

7 - "IL RE DELLA GIUNGLA"
Originariamente doveva essere questo il titolo del film. Poi però ci si accorse che in effetti nella storia non vi era alcuna giungla e si optò per la versione che tutti conosciamo. Molto meglio no?