Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Fare in casa un sapone: il morbisapone

Fare in casa un sapone: il morbisapone

Stampa

A furia di lavarle, le mani “prudono” e si screpolano. I saponi comuni, infatti, seccano la pelle. Grazie però ai consigli di un esperto di formulazione di prodotti di bellezza, Gian Luca Mortara, che lavora anche in un'azienda di cosmetici, sarai in grado di trasformare un detergente in un sapone emolliente, cioè che rende morbida la pelle. Insomma, un sapone che non seccherà le tue mani. Anzi, le lascerà morbidissime.

Il segreto del morbisapone sta infatti nei tensioattivi che, come fa notare Gian Luca, “legano una parte acquosa a una parte grassa. Quindi nel nostro esperimento sfrutteremo questa loro proprietà per inserire all’interno di un detergente una piccola quantità di olio che verrà incorporata nella formulazione senza affiorare in superficie”.

Cosa ti serve per fare il morbisapone
- 150 g di detergenti (shampoo, bagnoschiuma o vecchi saponi liquidi)
- 15 g di menta fresca
- 15 g di rosmarino fresco
- 270 mL di olio d’oliva
- tea tree oil (facoltativo)

Come fare il morbisapone

Foto 1: riempi il barattolo con l’olio e immergi le erbe. Poi chiudi e riponi il barattolo per 20 giorni all’interno di un armadietto, al buio. Ricordati di agitarlo ogni 2-3 giorni, così l’olio assorbe i principi attivi della menta (rinfrescante) e del rosmarino (purificante).

Foto 2: versa i rimasugli dei detergenti che trovi in casa (shampoo, bagnoschiuma, sapone liquido, ecc.) in un bicchiere. Aggiungi 18 mL del tuo olio, ormai pronto, e mescola delicatamente.

Foto 3: puoi aggiungere anche un paio di gocce di tea tree oil che ha un potere battericida.

Foto 4: ora versa il tuo morbisapone in un flacone oppure in un dispenser riciclato (lavalo bene).

E l’olio aromatico rimasto? Conservalo per fare altri morbisaponi, oppure per insaporire il pane, le verdure e altre prelibatezze da gustare a tavola!