Nostro Figlio
FocusJunior.it > News > Eurovision, 12 cose che (forse) non sai sul festival europeo della musica

Eurovision, 12 cose che (forse) non sai sul festival europeo della musica

Stampa
Eurovision, 12 cose che (forse) non sai sul festival europeo della musica
Getty Images

È il più importante concorso canoro europeo e nel 2022 si tiene proprio in Italia grazie alla vittoria dei Maneskin nella scorsa edizione. Ecco un sacco di curiosità da conoscere sull'Eurovision

La musica europea è in gara all’Eurovision Song Contest, il festival che da ieri sera (10 maggio 2022) è in corso a Torino, con il duo vincitore di Sanremo Mahmood e Blanco a difendere i colori italiani con la loro Brividi. Ma che cos’è questa gara? E perché è così importante? Scopriamolo insieme! 

Tutte le curiosità sull'Eurovision

  • Quando è nato l'Eurovision?
    Quella del 2020 è la 66esima edizione del concorso. L'esordio assoluto fu nel 1956, quando i rappresentanti canori di sette Paesi (tra cui l'Italia) si esibirono sul palco del teatro Kursaal di Lugano, in Svizzera. Il nostro Paese ha ospitato altre due volte questa sfida tra i cantanti dei diversi Paesi d’Europa: nel 1965, al centro RAI di Napoli e nel 1991 a Cinecittà (Roma).
  • Come si sceglie il Paese in cui si organizza l'evento?
    Le regole del concorso sono molto chiare: il Paese che ottiene il primo posto con il proprio rappresentante guadagna l'onore di ospitare l'edizione successiva!
  • L'Eurovision a casa nostra
    Quest’anno, grazie alla vittoria dei Maneskin con “Zitti e buoni” nell’edizione precedente, l’importante evento si tiene allo stadio “Paraolimpico” di Torino che può ospitare 15.657 persone. Il capoluogo piemontese ha vinto tra 17 città italiane che avevano presentato la loro candidatura per ospitare il festival della musica europea.
    A presentare la manifestazione (in onda dalle 20,30 sulla Rai fino a sabato 14 maggio), ci sono i cantanti Laura Pausini e Mika affiancati dall'ecelttico Alessandro Cattelan.
  • Chi partecipa all'Eurovision 2022?
    Alla gara partecipano 40 stati con artisti e gruppi che cantano in 14 lingue differenti: dall’inglese al greco, dallo spagnolo al serbo, passando per il portoghese e tante altre. L’unico Paese a essere stato escluso dalla competizione è la Russia a causa dell’oppressione messa in atto contro l’Ucraina che invece sarà presente alla manifestazione canora con il brano Stefania cantato dalla Kalush orchestra.
  • La serata inaugurale
    Ieri sera (martedì 10 maggio) si è aperta la sfida con i primi 17 Paesi: l'Albania con la principessa dal pop Ronela Hajati e la sua canzone Sekre ha inaugurato la manifestazione. Poi è toccato a la Lettonia con la band di Riga Citi Zeni, sei musicisti che si definiscono i "principi del rap" e portano in gara Eat your salad ("mangia la tua insalata"); la Lituania con Monika Liu; la Svizzera con l'ex artista di strada ora star internazionale Marius Bear e la sua Boys do cry ("i ragazzi piangono"); la Slovenia e i Lps (Last Pizza Slice, letteralmente "l'ultima fetta di pizza"), una band di cinque teenager che portano Disko e via via tutti gli altri.
  • La classifica dei Paesi vincitori
    I cantanti italiani hanno vinto "solo" tre volte: prima dei Maneskin infatti, l'Italia trionfò nel 1964, quando l'allora giovanissima Gigliola Cinquetti cantava Non ho l’età e nel 1990, con Toto Cotugno e la sua Insieme: 1992.
    La regina della competizione è però l'Irlanda, trionfatrice in ben sette edizione e unico Paese a poter vantare tre primi posti consecutivi. Seguono su questo speciale podio Svezia (6 vittorie), Regno Unito, Francia, Olanda e il piccolo Lussemburgo (tutte con 5 edizioni conquistate).
  • I cinque "fondatori"
    Tra i cinque i Paesi big, che accedono direttamente alla finale e hanno diritto di voto nelle due semifinali perché Paesi "fondatori" della gara, ci sono la Francia e l’Italia la prima sera, mentre Regno Unito, Spagna e Germania parteciperanno alla seconda di giovedì.
  • Chi vota i cantanti?
    Il compito di giudicare le canzoni in gara è affidato a due strutture separate: le giurie nazionali, composte da cinque professionisti della musica e il televoto che è stato introdotto nel 1997 ed è l'insieme di voti assegnato dal pubblico attraverso un messaggio di testo con il numero della canzone, una chiamata (entrambi a numeri presentati durante lo show) o tramite l'app ufficiale dell'evento.
  • Chi ha inventato il festival? Un italiano!
    Negli anni Cinquanta si era appena conclusa la seconda guerra mondiale e i Paesi europei erano impegnati nella ricostruzione delle proprie città, cercando un modo di lasciarsi alle spalle gli attriti del passato. Nel frattempo la televisione stava muovendo i primi passi, e con la nascita dell'Unione europea , si ricercò un programma televisivo che potesse coinvolgere e unire le diverse nazioni. Sergio Pugliese, giornalista italiano, suggerì di puntare su una gara canora, prendendo come modello il Festival di Sanremo, alla quale potessero prendere parte i diversi stati europei. Da allora il festival europeo della canzone si è svolto ogni anno, ospitando talvolta anche qualche Paese straniero come il Marocco e l’Australia.
  • I record più curiosi
    La canzone più lunga l’ha proposta un italiano, Nunzio Gallo, che nel 1957 si presentò nel con Corde della mia chitarra, della durata di ben 5 minuti e 9 secondi. Dopo quella volta, si decise di imporre la regola secondo la quale ogni singolo brano non può durare più di tre minuti! La più giovane rappresentate, invece, è stata una bambina francese di undici anni, mentre il più vecchio un 95enne svizzero. Da citare anche Elina Netšajeva, la cantante estone che nel 2018 ha indossato il vestito più costoso per un costo di 65.000 euro.
  • Il Fanta-Eurovision
    Proprio come in occasione del Festival di Sanremo, anche per l'edizione del 2022 dell'Eurovision i tanti fan si stanno divertendo con il Fanta-Eurovision, una specie di Fantacalcio dove ogni partecipante "acquista" 5 artisti in gara e guadagna (o perde) punti in base a ciò che i cantanti fanno sul palco. Qualche esempio? Se Mahmood e Blanco scenderanno in platea durante l'esibizione, chi li ha scelti guadagnerà 20 punti, mentre in caso di baci alla francese tra concorrenti punti saranno 15. Ovviamente anche un alto posizionamento in classifica porta tanti punticini. Ci sono però anche i malus: in caso di pessimi outfit o inciampi sul palco, infatti, i punti vengono tolti!
  • Chi è sempre andato in finale?
    L'Ucraina è l'unico Paese ad aver sempre raggiunto la finale, anche se solo due volte è riuscita ad ottenere il primo posto.