Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itScienzaSpazioUniversoEuclid il telescopio ESA invia le immagini a colori dell’universo

Euclid il telescopio ESA invia le immagini a colori dell’universo

Stampa
Euclid il telescopio ESA invia le immagini a colori dell’universo
ESA/Euclid/Euclid Consortium/NASA, elaborazione delle immagini di J.-C. Cuillandre (CEA Parigi-Saclay), G. Anselmi, CC BY-SA 3.0 IGO

L'Agenzia spaziale europea (ESA) ha pubblicato le prime immagini a colori dell'universo catturate dal suo telescopio Euclid.

Il telescopio Euclid dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha recentemente rilasciato le prime immagini a colori dell'universo, consentendo un significativo passo avanti nell'esplorazione dell'universo più oscuro.

“La materia oscura unisce le galassie e le fa ruotare più rapidamente di quanto la sola materia visibile possa spiegare; l’energia oscura sta guidando l’espansione accelerata dell’Universo. Euclid consentirà per la prima volta ai cosmologi di studiare insieme questi misteri oscuri concorrenti”, spiega il Direttore scientifico dell’ESA, la professoressa Carole Mundell.

La missione di Euclid

Lanciato sul razzo SpaceX Falcon 9, il 1° luglio 2023, il telescopio Euclid è stato accolto con entusiasmo dagli scienziati per la sua capacità di catturare immagini straordinariamente nitide, aprendo nuove prospettive nella comprensione di fenomeni cosmici fondamentali.

“Non abbiamo mai visto immagini astronomiche come queste prima d'ora, contenenti così tanti dettagli. Sono ancora più belli e nitidi di quanto avremmo potuto sperare, mostrandoci molte caratteristiche mai viste prima in aree ben note del vicino Universo. Ora siamo pronti per osservare miliardi di galassie e studiare la loro evoluzione nel tempo cosmico", afferma René Laureijs, scienziato del progetto Euclid dell'ESA.

In questa missione di sei anni, condotta in collaborazione con la Nasa, l'Esa mira a investigare i misteri della materia oscura e dell'energia oscura, elementi che compongono il 95% dell'universo, sebbene la loro natura sia ancora in gran parte sconosciuta. Il telescopio Euclid si propone di sondare le profondità dello spazio, creando una mappa tridimensionale delle galassie formatesi circa 10 miliardi di anni fa.

Le prime immagini pubblicate includono la Nebulosa Testa di Cavallo (nella foto in alto) e una galassia situata al di là della Via Lattea, offrendo uno sguardo dettagliato su regioni remote dell'universo. Ciò che rende unica la visione di Euclid è la sua capacità di generare immagini dettagliate a infrarossi di vaste porzioni del cielo in un unico scatto, anche quando indirizza il suo sguardo su galassie distanti.

Che cosa sono la materia oscura e l’energia oscura?

Il telescopio Euclid sarà particolarmente impegnato nello studio della materia oscura, un elemento invisibile che svolge un ruolo cruciale nella formazione e struttura delle galassie. Euclid osserverà come la materia oscura influenza la luce emessa da galassie remote, fornendo nuove informazioni sulla sua natura e influenza cosmica.

Parallelamente, la missione si concentrerà sull'energia oscura, un misterioso componente che sembra influenzare la velocità di espansione dell'universo. Euclid contribuirà a mappare la distribuzione delle galassie nell'universo nel corso del tempo, offrendo una chiave per comprendere come questa distribuzione e la velocità cosmica si evolvono nel corso dei miliardi di anni.

Insomma, le prime immagini di Euclid sono solo l'inizio di un viaggio scientifico destinato a svelare i segreti dell'universo oscuro, portando l'umanità a una nuova comprensione delle forze e dei fenomeni che plasmano il vasto spazio cosmico.

Fonte: Esa

CATEGORY: 1