Nostro Figlio

FocusJunior.it

FocusJunior.itNewsÈ vero che la moda può danneggiare l’ambiente?

È vero che la moda può danneggiare l’ambiente?

Stampa
È vero che la moda può danneggiare l’ambiente?
Getty Images

Cerchi sempre di essere all'ultima moda? Lo sai che comprando abiti a basso costo potresti danneggiare l’ambiente senza nemmeno rendertene conto? Scopri perché

Essere all’ultima moda con un capo di abbigliamento che hai visto sui social o indossato da una star acquistandolo a basso costo è il massimo. Cosa puoi volere di più?

L'industria della moda ha un enorme impatto sia sull'ambiente sia sulle emissioni: si stima che contribuisca tra il 2 e il 4 per cento di emissioni dovute alle sue lunghe catene di approvvigionamento e alla produzione ad alta intensità energetica.

Che cosa vuol dire? Significa che produce circa il 20% delle acque reflue globali, mentre l'85% dei tessuti finisce nelle discariche o viene incenerito anziché essere riutilizzato (Fonte Unfccc).

In Europa la moda è la quarta industria per produzione di emissioni inquinanti, la terza per spreco di acqua e la quinta per sfruttamento di materie prime. E sempre secondo le statistiche Ue, in media, un europeo butta via ogni anno ben 11 kg di capi d'abbigliamento.

La moda e il consumo di acqua

La produzione tessile ha bisogno di utilizzare molta acqua, senza contare l'impiego dei terreni adibiti alla coltivazione del cotone e di altre fibre. È stato calcolato che l'industria tessile e della moda abbia utilizzato globalmente 79 miliardi di metri cubi di acqua nel 2015, pensa che nel 2017 il fabbisogno dell'intera economia dell'UE ammontava a 266 miliardi di metri cubi.

I dati indicano che per produrre una sola maglietta di cotone occorrano 2.700 litri di acqua dolce, un volume pari a quanto una persona dovrebbe bere in 2 anni e mezzo (Fonte UE).

Inquinamento idrico

Si stima che la produzione tessile sia responsabile di circa il 20% dell'inquinamento globale dell'acqua potabile a causa dei vari processi a cui i prodotti vanno incontro, come la tintura e la finitura degli abiti, e che il lavaggio di capi sintetici rilasci ogni anno 0,5 milioni di tonnellate di microfibre nei corsi d’acqua e nei mari.

Il lavaggio di indumenti sintetici rappresenta il 35% del rilascio di microplastiche primarie nell'ambiente. Secondo le stime dell'Agenzia Europea dell'Ambiente oltre 14 milioni di tonnellate di microplastiche si sono accumulate sui fondali oceanici del mondo e possono finire nella catena alimentare.

Emissioni di gas a effetto serra

L'industria della moda è responsabile del 10% delle emissioni globali di carbonio, più di quanto ne emettano tutti i voli internazionali e il trasporto marittimo.

Sempre secondo i dati forniti  dall'Agenzia europea dell'ambiente, gli acquisti di prodotti tessili nell'UE nel 2017 hanno generato circa 654 kg di emissioni di CO2 per persona.

Rifiuti tessili in discarica

È cambiato anche il modo in cui vengono scartati i capi di abbigliamento: molti vestiti vengono gettati anziché essere donati.

Dal 1996 la quantità di indumenti acquistati nell'UE per persona è aumentata del 40% a seguito della produzione della "moda veloce". Tutto questo ha portato alla riduzione del ciclo di vita dei prodotti tessili: un cittadino europeo ne consuma ogni anno quasi 26 kg e ne smaltisce circa 11 kg. Questi  indumenti  vengono esportati al di fuori dell'UE, ma per lo più vengono inceneriti o portati in discarica (87%).

A livello mondiale, meno dell'1% degli indumenti viene riciclato come vestiario, in parte a causa di tecnologie inadeguate.

Cosa puoi fare?

Acquista di meno: l'outfit più sostenibile è qualcosa che già hai. Acquistare meno vestiti favorisce la riduzione della produzione, riduce gli sprechi e riduce al minimo l'impatto della moda sull'ambiente.

Acquista meglio: a volte compriamo qualcosa che abbiamo già. Acquista piuttosto un capo di buona qualità che duri più a lungo.

Prova ad acquistare oggetti di seconda mano o marchi che producono vestiti a chilometro zero e con materiali sostenibili come tessuti riciclati o bio. 

Ricicla: nessun vestito dovrebbe mai finire nel cestino. Organizza uno scambio di vestiti con i tuoi amici o donali a un ente di beneficienza.

ULTIME NEWS