Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Disegna l’intelligence: i servizi segreti secondo i ragazzi

Disegna l’intelligence: i servizi segreti secondo i ragazzi

Stampa

Siamo andati a trovare gli "agenti segreti" dell'Intelligence, il sistema di sicurezza nazionale, insieme ad alcune scuole. Ecco come ci difendono dal terrorismo e come  li disegnano i ragazzi e le ragazze.

Il Comparto Intelligence dello Stato ha "arruolato" 57 studenti per giovedì 12 novembre per la cerimonia di premiazione delle tre Scuole vincitrici del concorso “ Disegna l’intelligence, indetto dal Dipartimento delle informazioni per la sicurezza. con sede a Roma, e rivolto a tutte le scuole d'Italia.

 

I ragazzi parteciperanno alla Lezione dell'intelligence , tenuta da Paolo Scotto di Castelbianco, direttore della Scuola di formazione del Comparto Intelligence dello Stato.

Poi l'ambasciatore Giampiero Massolo, Direttore generale del DIS ( Dipartimento Informazione per la Sicurezza), consegnerà le targhe del premio ai dirigenti scolastici degli istituti vincitori del concorso.

Ed ecco i vincitori:
Torre. del Greco (Na). Scuola primaria dell’ Istituto comprensivo 'Giampietro Romano ' vincitore categoria ' Juniores ' e vincitore del Premio Speciale 'Teens' ;

Scuola secondaria di I grado dell’ Istituto Comprensivo di Sermide (Mn), vincitore della categoria ' Teens '.

Istituto Comprensivo 'Archimede Privitera' di Partinico (Pa), Scuola secondaria I grado, vincitore della categoria ' Teens '.

Scuola primaria di Valgreghentino (Lc) per il Premio Speciale Juniores.

 

Clicca sul link per saperne di più del concorso e dei servizi segreti italiani

 

James Bond va in pensione
Nei lavori che hanno partecipato al concorso è emerso come nei ragazzi i servizi segreti suscitino un senso di protezione simile all'ambito familiare, ma anche di estremo coraggio.
Ma l'elemento che ha "stupito" di più i giudici è la scoperta che la vecchia immagine di agenti segreti, visti come persone " nere " che agiscono nell'ombra, intrise di mistero, ha lasciato il posto a una nuova idea di trasparenza, usata come arma e punto di forza per combattere quei fattori poco chiari che minano la sicurezza sociale e nazionale.

 

 

 

Chi tra voi lettori vorrebbe diventare agente segreto o investigatore, da grande?