Nostro Figlio

FocusJunior.it

FocusJunior.itFocus ScuolaTorna la Didattica a Distanza: le novità dell’ultim’ora

Torna la Didattica a Distanza: le novità dell’ultim’ora

Stampa
Torna la Didattica a Distanza: le novità dell’ultim’ora
Shutterstock

L'incremento dei contagi riporta la DaD per le scuole superiori, seppur con qualche cambiamento rispetto ai mesi della prima ondata. Per ora gli studenti di elementari - e forse medie - continueranno ad andare in classe

Novità in arrivo per gli studenti italiani. In queste ore il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha presentato al Parlamento un Decreto che cambierà il destino delle nostre lezioni nei prossimi mesi. Di fronte all’aumento dei contagi a causa del coronavirus, il Governo ha dovuto intervenire anche sulla scuola chiedendo un sacrificio a voi ragazzi, alle vostre famiglie e ai vostri insegnanti.

I più interessati alle modifiche che potrebbero essere approvate nelle prossime ore sono gli studenti delle scuole superiori di tutt’Italia. Dopo che il Governo aveva scelto il 18 ottobre scorso di fare didattica a distanza almeno per il 75% della popolazione scolastica ora è ormai certo che entro la fine settimana tutti faranno lezione da casa.

Una scelta che è già stata fatta dalle regioni Campania, Sicilia, Puglia, Piemonte e Lombardia dove da qualche giorno proprio i ragazzi della secondaria di secondo grado non vanno più in aula ma si connettono con i professori da casa.

LE NOVITÀ

Cosa cambierà rispetto alla didattica a distanza della scorsa primavera?

Innanzitutto i vostri insegnanti non saranno più collegati dalle loro case. Chi di loro potrà connettersi con voi dalla scuola dovrà andare in aula. Se, invece, il vostro istituto avrà dei problemi di Rete, i presidi potranno acconsentire ai professori di fare storia, geografia, matematica dalle loro abitazioni.

Altra novità: se con il precedente  lockdown non era obbligatorio segnare assenze e presenze sul registro ora i vostri insegnanti lo dovranno fare. Ma non è finita.

Nei mesi scorsi le scuole hanno preparato un “Piano per la didattica digitale integrata” (questo è il nuovo nome) dove sono previste le ore che si dovranno fare. Alle superiori si dovranno assicurare almeno venti ore settimanali di didattica in modalità sincrona con l'intero gruppo classe, con possibilità di prevedere ulteriori attività in piccolo gruppo e proposte in modalità asincrona secondo le metodologie ritenute più idonee.

ELEMENTARI E MEDIE: LE PROSPETTIVE

In queste ore si parla anche della possibilità di introdurre già da ora la didattica a distanza anche per le classi seconde e terze della secondaria di primo grado. Ad andare a scuola sarebbero solo i “primini”. Fino a domenica notte Conte e il Governo erano convinti di far fare le lezioni da casa anche ai ragazzi di 12 e 13 anni.

Ieri quando il presidente del Consiglio ha presentato il suo Decreto al Parlamento molti deputati e senatori hanno chiesto di fare più scuola possibile in presenza. Una richiesta che è stata presa in considerazione. Oggi potrebbe esserci un’ulteriore modifica lasciando agli studenti delle medie la scuola in aula.

Per i bambini della scuola primaria e dell’infanzia, invece, è certo che per ora si andrà ancora in aula. La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina vuole a tutti i costi assicurare le lezioni con i maestri in classe. Solo in caso di un aumento dei contagi, le Regioni potrebbero decidere di far fare anche ai bambini dai 3 ai 10 anni lezioni da casa.

C’è un ultima novità che ancora non è una certezza: domenica scorsa nel corso delle riunioni che il Presidente Conte ha fatto è stato ipotizzato anche l’uso della mascherina sempre, anche quando si è seduti al banco.

Focus Scuola è il nuovo mensile per gli insegnanti del Gruppo Mondadori, un magazine rivolto a tutti i docenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, per aiutarli ad affrontare le nuove sfide dell’insegnamento nell’era digitale. La rivista propone approfondimenti sugli ultimi studi scientifici e pedagogici, ma anche idee di buone pratiche sperimentate in Italia e nel resto del mondo dai singoli insegnanti e fornisce spunti su didattiche innovative e sull’uso della tecnologia in classe

CHE ASPETTI? CLICCA QUI E ABBONATI UTILIZZANDO LA CARTA DEL DOCENTE

CLICCA QUI SE NON POSSIEDI LA CARTA DOCENTE MA VUOI SCOPRIRE IL MONDO DI FOCUS SCUOLA

SE INVECE VUOI ABBONARTI SIA A FOCUS JUNIOR CHE A FOCUS SCUOLA APPROFITTANDO DELL'INCREDIBILE OFFERTA DA 79,00€, CLICCA QUI