Nostro Figlio

FocusJunior.it

FocusJunior.itNewsCos’è Wordle, il gioco delle parole da indovinare

Cos’è Wordle, il gioco delle parole da indovinare

Stampa
Cos’è Wordle, il gioco delle parole da indovinare
Wikipedia

Approdato dagli States, ha anche una seguitissima versione italiana giocabile solo una volta la giorno. Ecco come si gioca e perché piace così tanto

Una parola da indovinare, cinque lettere, sei tentativi: è questa la semplicissima ricetta di Wordle, il gioco online che da qualche settimana ha intasato le bacheche social di migliaia e migliaia di utenti, anche qui in Italia.

COS'È WORDLE E COME SI GIOCA

Si tratta di un puzzle game nato negli Stati Uniti da un'idea di Josh Wardle, un ingegnere informatico di Brooklyn che ha riversato in un giochino semplice e intuitivo tutta la sua passione per enigmi e giochi con le parole. Non è un caso che il nome "Wordle" sia un simpatico mix tra il suo cognome e word, "parola" in inglese.

Le regole sono davvero facili: bisogna indovinare una parola di cinque lettere entro sei turni. Tuttavia arrivare alla fine non è così scontato visto che il giocatore non possiede nessun indizio sulla parola in questione: bisogna procedere per tentativi (e un po' d'intuito) tirando a indovinare la prima volte e poi ragionando sul risultato ottenuto. Il gioco infatti ci aiuta segnando le lettere azzeccate: se una lettera è presente nella parola da indovinare, allora viene segnata con una casella gialla, se non solo è presente, ma anche collocata nella giusta posizione, allora viene marcata con una casella verde. La casella grigia, invece, indica che la lettere non compare proprio nel termine da scovare.

Così facendo, spostando le caselle gialle e provando ad intuire le lettere mancanti, si può arrivare alla soluzione!

UNA PAROLA AL GIORNO

Il bello di Wordle è che non corre il rischio di stancare l'utente. Ogni giorno è infatti possibile divertirsi con una sola parola: che si arrivi alla soluzione o meno, bisogna comunque attendere l'indomani per giocare ancora. Inoltre, ad oggi, per accedere la gioco originale non è necessario scaricare alcuna app, si possono condividere i propri risultato sui social (senza però svelare la soluzione) e non sono presenti pubblicità o fastidiosi banner sponsorizzati.

Tale forma sembra essere molto apprezzata visto che l'app sta spopolando in tutto il mondo, non solo negli U.S.A o nei Paesi a lingua inglese, tanto che il celebre New York Times ha deciso di acquistarla. Dopotutto il suo creatore Wardle ha già caricato circa 2.500 vocaboli, tanto da intrattenere un vasto pubblico per almeno 7 anni.

"PAROLE", IL WORDLE ITALIANO

Wordle ha avuto un grande successo anche qui da noi, sebbene le prime settimane ci potessero giocare solo coloro in possesso di una buona padronanza della lingua di Shakespeare (e forse la possibilità di vantarsene condividendo i propri punteggi è stato proprio uno dei fattori decisivi per il successo del gioco).

Ora però è stata lanciata anche Parole, la versione nostrana del puzzle game, con la stessa grafica e le medesime dinamiche di gioco.