Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Cos’è il singhiozzo “intrattabile”?

Cos’è il singhiozzo “intrattabile”?

Stampa
Cos’è il singhiozzo “intrattabile”?
Ipa-agency

Dura molto tempo ed è più frequente di quanto si pensi: ecco cos'è questa strana condizione...

Una condizione che non passa con un semplice spavento o un bel sorso d'acqua: si chiama "singhiozzo intrattabile" ed è una condizione che può durare mesi, spesso anche anni!

Di che si tratta?

Il singhiozzo è una contrazione involontaria, e ripetuta, del muscolo diaframma, con conseguente chiusura delle corde vocale che provoca quegli "hic" che ci fanno sobbalzare e divertono chi ci sta di fronte.

Di norma questo fenomeno dura qualche minuto, ma talvolta il singhiozzo può diventare "persistente", e continuare anche per 48 ore, o addirittura "intrattabile" e durare anche settimane e mesi, se non anni.

L'agricoltore americano Charles Osborne, ad esempio, ne ha sofferto per quasi 70 anni!

Un fenomeno meno raro del previsto

Ma simili casi sono così rari? A quanto pare no.

I ricercatori dell'Università di Loyola hanno infatti presentato uno studio sulla rivista Current Neurology nel quale viene sottolineato come solo negli Stati Uniti vengano ricoverate circa 4.000 persone affette da questo singhiozzo fastidioso e prolungato.

Non serve spaventarsi o trattenere il respiro: il singhiozzo "intrattabile" non se ne va via facilmente...
Credits: Ipa-agency

La maggioranza di loro sono uomini sopra i 50 anni, ma al momento la medicina non è ancora stata in grado di individuare l'esatta combinazione di fattori in grado di scatenare una simile reazione.

Al momento infatti, pare che il singhiozzo "intrattabile" nasca come tutti gli altri singhiozzi: ingestione errata di bevande (soprattutto se gassate), pasti pesanti, sbalzi di temperatura o eccessivo consumo di alcool, che rovina la parete gastrica e irrita il diaframma. A questi elementi poi vanno naturalmente aggiunti anche casi legati a condizioni fisiche particolari o anche all'eccesso di stress e ansia.