Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itNewsChi ha inventato il festival di Sanremo?

Chi ha inventato il festival di Sanremo?

Stampa
Chi ha inventato il festival di Sanremo?
Ipa-agency

La prima edizione del Festival di Sanremo si tenne nel 1951 ma l'idea di una gara canora era nell'aria da molti anni.

La città di Sanremo era uscita distrutta e rovinata dalla Seconda Guerra Mondiale: i cittadini avevano voglia di rinascita e leggerezza. Il teatro comunale era stato bombardato e nel 1945  il Casinò cittadino, il centro culturale dell'epoca, incarica un ragioniere Amilcare Rambaldi, di farsi venire in mente qualche idea per attirare di nuovo i turisti a Sanremo, la città dei fiori.

Fu il primo "inventore" di Sanremo: ricordandosi di un Festival di canzoni partenopee tenutosi in città una decina di anni prima, presentò l'idea di una gara tra canzoni italiane, oltre al progetto di una sfilata di moda e una competizione mondiale di bridge, un gioco di carte molto in voga all'epoca.

Peccato però che la gara canora fu scartata per due volte, fino al 1951 quando l'allora direttore delle pubbliche relazioni del casinò di Sanremo, Angelo Nicola Amato e il giornalista Angelo Nizza decisero di mettere in scena per la prima volta il festival di Sanremo.

Non in tv ma in radio

Eh si, abbiamo scritto mettere in scena perché in quell'anno la televisione in Italia non era ancora "nata": quindi per tre anni il festival di Sanremo fu uno spettacolo dal vivo, tenuto sul palco del Casinò e tramesso via radio in diretta. In questi anni a presentarlo fu quindi un presentatore radiofonico, Nunzio Filogamo; le canzoni in gara erano solo tre e i giudici solo sei.

Nel 1954, il primo anno di trasmissioni della Rai in televisione, Saremo andò in onda, ma non in diretta. Da allora ogni anno il festival della canzone italiana viene seguito da milioni di persone.

Per arrivare al successo di adesso, però, Sanremo ha passato diverse fasi e "prima volte": eccone alcune.

Le Prime volte del Festival di Sanremo

  • La prima cantante a vincere il festival di Sanremo si chiamava Nilla Pizzi con la canzone Grazie dei fior.
  • Nel 1953 fu introdotta l'orchestra e nel 1954.
  • I cantanti Claudio Villa e Bobby Solo, in anni diversi, a causa di una faringite furono i primi a cantare in playback (il "papà" dell'auto-tune: i cantanti muovevano la bocca facendo finta di cantare mentre andava un disco registrato delle canzone, cosa che poi fecero tutti i cantanti più tardi, negli anni 80).
  • Nel 1958 Domenico Modugno cantando la famosa Nel blu dipinto di blu, sbagliò le parole e allargò le braccia come per fare un gesto di rassegnazione. Molti cantanti all'epoca cantavano in pubblico tenendo una mano sul cuore: il gesto di Modugno ha rivoluzionato il modo di esibirsi.
  • Nel 1960 per la prima volta i cantanti poterono scegliere i vestiti con cui esibirsi sul palco durante la gara.
  • Nel 1961 Giorgio Gaber fu il primo a cantare una canzone rock a Sanremo: Benzina e Cerini.
  • Nello stesso anno nasce il Voto-festival: tutti gli spettatori possono votare il loro cantante preferito per farlo vincere. Funzionava così: i vincitori venivano nominati non il sabato, durante la serata finale, ma il lunedì, dopo un referendum legato all'Enalotto e una campagna sui giornali che invitano a votare un cantante piuttosto che un altro.
  • Nel 1964 Gigliola Cinquetti vince il Festival di Sanremo e l'Eurofestival con Non ho l'età: è la prima volta per l'Italia (la seconda è stata nel 2021 con i Maneskin).
  • Nel 1977 per la prima volta vince una band, gli Homo sapiens con Bella da morire.
CATEGORY: 1