Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Chi è il galagone citato nella traccia della maturità?

Chi è il galagone citato nella traccia della maturità?

Stampa

Tra le tracce della maturità, la poesia scelta per l'analisi del testo cita il nome del "galagone". Ma che cos'è un galagone? Scoprilo con Focus Junior!

L'ora X è scattata e come da tradizione, la prima prova per i maturandi è il tema d'italiano.

Inizia l'Esame di Maturità!

Tra le tracce disponibili, quest'anno gli studenti italiani si sono trovati come testo d'analizzare una poesia di Giorgio Caproni, scrittore del '900 attivo tra Livorno e Genova, che però non compare in quasi nessun programma scolastico. Insomma, non proprio l'autore più conosciuto del mondo e infatti le polemiche non si sono fatte attendere.

 

Ma ancor più del poeta scelto, in tanti si sono concentrati su un passaggio specifico della poesia scelta per la prova. Ad un certo punto infatti si legge:

 

[...]

Non soffocate il lamento

(il canto!) del lamantino.

Il galagone, il pino: anche di questo è fatto

l’uomo. E chi per profitto vile

fulmina un pesce, un fiume,

non fatelo cavaliere

del lavoro.

Ma cosa diavolo è un galagone?

Il galagone è un piccolo primate notturno che vive tra gli alberi dell'Africa tropicale.

 

Come aspetto è molto simile ai lemuri che popolano il Madagascar, ma le loro dimensioni sono in media più ridotte. Coda lunga, arti posteriori molto sviluppati e grandi occhioni per scrutare nell'oscurità, il galagone si muove rapido tra i rami e si nutre perlopiù di frutta e insetti.

Attila JANDI / Shuttertock

I galagoni sono anche eccezionali urlatori: strepiti e strilli sono infatti il loro modo di comunicare la presenza di un pericolo o di dare il segnale di ritirata quando sta per sorgere il Sole (e dunque è ora di andare a dormire).

Proprio a causa dei loro versetti, gli esploratori inglesi che li avvistarono durante le spedizioni coloniali, li nominarono bush babies, "bambini del bosco"!