Donna Moderna
FocusJunior.it > News > #sconnessi: che cos’è la nomofobia?

#sconnessi: che cos’è la nomofobia?

Stampa

Nell'era di Internet la nomofobia è una nuova paura che rischia di cogliere le nuove generazioni abituate ad avere sempre lo smartphone a portata di mano. Scopri di che si tratta con Focus Junior e... preparati, domani 22 febbraio, a vivere  #sconnessiday, un giorno intero senza wifi e rete Dati dello smartphone!

Cosa succede quando ti accorgi di aver dimenticato il cellulare a casa o scopri di aver esaurito completamente la batteria e non hai un caricatore a portata di mano? Beh, se la risposta prevede agitazione e smisurata preoccupazione per il fatto di non essere rintracciabile, allora probabilmente soffri di nomofobia!

Di che si tratta?

La nomofobia è una parola di recente introduzione che indica la paura di rimanere senza cellulare e, quindi, di restare disconnessi dal resto del mondo.

 

Può sembrare un'esagerazione ma - stando alla Treccani - uno studio ha dimostrato che solo nel Regno Unito ne soffre più del 53% della popolazione dotata di cellulare.

Ipa-agency

I nomofobici sono colti da vero terrore quando non possono disporre del loro dispositivo mobile e in molti casi si sentono come nudi, impotenti, poiché non possono accedere alla tecnologia che li connette alla vasto mondo della comunicazione internazionale.

Stacchiamo la spina!

La dipendenza dalla tecnologia è dunque irreversibile e forse ciò è un normale segno del progresso, ma ogni tanto è bene ricordarci che siamo esseri umani anche senza un cellulare o un pc tra le mani.

 

Per questo in Italia il 22 febbraio si terrà lo #sconnessiday, un esperimento sociale nel quale si invitano i cittadini a spegnere Wi-fi e Rete Dati dello smartphone per qualche ora, "scollegandosi" dal mondo virtuale e immergendosi nella realtà che ci circonda.

Tu particeperai?