Focus.it

FocusJunior.it

A cura di Mondadori

Il Gruppo Mondadori ottiene la certificazione per la parità di genere

Stampa
Il Gruppo Mondadori ottiene la certificazione per la parità di genere
Shutterstock

Il Gruppo Mondadori ottiene la certificazione per la parità di genere: ma cosa significa concretamente e in cosa si impegna l'azienda? Scoprilo con noi

Avrai sicuramente già sentito parlare di parità di genere: è un tema sempre più importante e urgente che coinvolge ogni ambito quotidiano, dalla scuola alla famiglia, passando dai social media al lavoro. E proprio perché si tratta di qualcosa di fondamentale, il Gruppo Mondadori si è impegnato per raggiungere la parità sul lavoro.

Un attestato per la parità di genere

Le certificazioni sono un documento rilasciato da enti certificatori accreditati: in poche parole, l’ente verifica – attraverso un audit – che l’azienda abbia le caratteristiche richieste, ed è quindi questo il caso del Gruppo Mondadori, che ha appena ricevuto un attestato per la parità di genere UNI/PdR 125:2022 rilasciato da Bureau Veritas.

Già dal 2021 Mondadori si sta impegnando in un percorso chiamato Diversity & Inclusion, che ha l’obiettivo di garantire pari opportunità a tutte le persone che lavorano nel gruppo, in modo da poter esprimere la propria unicità e il proprio talento.

Un traguardo importante per chi lavora con le parole

Ti sarà già capitato di sentir parlare dell’importanza delle parole. Quando si discute di parità e inclusività è fondamentale farlo a partire dal linguaggio, usando le parole giuste. E un editore non potrebbe essere più coinvolto in questo compito.

“Come editore – spiega Antonio Porro, Amministratore delegato del Gruppo Mondadori – abbiamo la responsabilità di favorire un cambiamento culturale attraverso i contenuti che offriamo ogni giorno alle nostre lettrici, lettori e utenti e diventando un modello di riferimento virtuoso nella valorizzazione di questi temi. Un obiettivo che continueremo a portare avanti per perseguire una crescita sostenibile”.

Come si calcola se un’azienda è paritaria?

Ottenere la certificazione non è semplice e richiede molti passaggi in cui si analizzano degli indicatori qualitativi e quantitativi. Questi indicatori riguardano tre aree:

  • Cultura e strategia
  • Governance
  • Processi HR
  • Opportunità di crescita e inclusione delle donne in azienda
  • Equità remunerativa per genere
  • Tutela della genitorialità e conciliazione vita-lavoro

Proviamo a tradurre insieme in maniera più semplice queste informazioni. Per ottenere una certificazione è necessario che l’azienda rispetti alcuni standard che, nel caso della parità di genere, riguardano ovviamente le donne. Per esempio, è necessario prima di tutto che siano presenti in un numero adeguato; che abbiano le stesse opportunità di carriera degli uomini; che a parità di competenze e responsabilità guadagnino lo stesso (in altri termini: che non ci sia gender pay gap), ma anche che non vengano penalizzate a causa della maternità, come purtroppo molto spesso succede.

Uno dei processi aziendali più apprezzati è quello del cv blind: quando ti presenti per un lavoro devi inviare un curriculum vitae che, di solito, contiene il tuo genere (anche soltanto nel nome!). Il Gruppo Mondadori preferisce ricevere cv neutri, senza genere ed età, in modo da potersi basare sulle competenze e sul profilo e non farsi influenzare da pregiudizi sbagliati (per esempio, si può essere portati a pensare che una giovane donna farà bambini e che quindi sia meno “conveniente” di un uomo perché si assenterà per alcuni mesi a causa della maternità).

Raggiungere questi obiettivi richiede tempo e molti cambiamenti, non solo nella pratica ma anche nella mentalità, e il Gruppo Mondadori, di cui Focus Junior fa parte, ci sta riuscendo!

Mamme e papà hanno gli stessi diritti

La parità di genere si raggiunge non solo dando alle donne gli strumenti per essere riconosciute sul lavoro, ma anche riconoscendo agli uomini il loro ruolo all’interno della famiglia. È arrivato il momento di smettere di immaginare i papà come quei personaggi che escono la mattina per tornare la sera, stressati dal lavoro!

Mondadori si impegna infatti anche in questo con un progetto lanciato nel 2023 che ha l’obiettivo di operare un vero cambiamento di mentalità all’interno del gruppo. Il progetto prevede la messa a disposizione di strumenti utili e concreti per neo-genitori, come il parental kit o il servizio di counseling.

La certificazione per la parità di genere è uno degli obiettivi raggiunti all’interno del Piano di sostenibilità di Gruppo, attraverso cui Mondadori porta avanti il proprio impegno per il miglioramento continuo delle proprie performance in ambito ESG, e cioè:

  • “Environment”: diffusione di una cultura ambientale e di mitigazione degli impatti sugli ecosistemi;
  • “Social”: valorizzazione di persone, contenuti e luoghi per l’educazione e la cultura;
  • “Governance”: promozione del successo sostenibile del business.
ULTIME NEWS
CATEGORY: 1