Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Campionati europei di calcio: come si svolgono

Campionati europei di calcio: come si svolgono

Stampa
Campionati europei di calcio: come si svolgono
Facebook

Ogni quattro anni i campionati europei di calcio appassionano migliaia di tifosi in tutto il continente. Dal 1960 sono diventati sempre più complessi e moderni. Sai quante squadre partecipano? O cosa si vince? Una piccola guida per saperne di più...

Già intorno al 1920, l’ex arbitro e dirigente sportivo francese Henri Delaunay sognava una competizione europea per le nazionali di calcio. Nel 1954 fu eletto primo segretario dell’Uefa (Unione delle associazioni calcistiche europee) e riuscì a farsi approvare il suo progetto.  

Il campionato europeo di calcio è nato così, nel 1960: un torneo aperto a tutte le squadre nazionali dei Paesi europei, per sostituire la precedente Coppa Internazionale, nella quale, dal 1927, si trovavano solo le squadre più importanti dell'epoca.  

Un torneo proprio come quelli in cui partecipa anche la squadra della tua scuola, solo che in questo caso in campo ci sono i giocatori più bravi di ogni Paese qualificato. Chi vince tutte le partite diventa campione d’Europa.

 

Le fasi del torneo

Dei 53 Paesi che fanno parte dell’Europa, solo 24 partecipano alla fase finale del campionato, e sono quelli con le squadre che hanno ottenuto più punti nelle partite di qualificazione. La fase eliminatoria inizia circa un anno e mezzo prima del torneo vero e proprio, che rappresenta la fase finale. In questa prima fase, le 53 squadre partecipanti giocano per due volte con ognuna delle 5 squadre del proprio girone, conteggiando 3 punti per la vittoria, 1 per il pareggio e 0 per la sconfitta. 19 squadre si sono qualificate subito (le prime due e la migliore tra le terze di ogni girone), mentre le altre quattro si sono aggiunte dopo uno spareggio.  

23 squadre in tutto, perché la 24esima è la Francia, che come Paese organizzatore è ammessa di diritto alla fase finale del torneo. 

 

Nella fase finale, le 24 squadre sono suddivise in sei gironi, in ognuno dei quali le prime due di ogni girone e le quattro migliori terze classificate si contenderanno il trofeo nella fase a eliminazione diretta: qui non si può sbagliare, perché se i 90 minuti dei tempi regolamentari finiscono in pareggio, si va ai due tempi supplementari. Se anche questi finiscono in parità, il vincitore si decide con i calci di rigore. Ogni squadra ha cinque rigori a disposizione per superare il turno. 

 

(foto da Facebook)

Ai vincitori una coppa d'argento di 12 kg

Il trofeo del campionato europeo è un coppa di 8 chili di peso e 60 centimetri di altezza. Lo sapevi che è realizzata in argento massiccio? Questo modello è in uso dall’edizione del 2008, è stato creato su un progetto di Pierre Delaunay, il figlio dell’ideatore del torneo, ispirandosi a quello originale del 1960. 

Le squadre che hanno vinto più volte il campionato europeo di calcio sono Germania e Spagna, entrambe con tre vittorie. L’Italia ha vinto una sola volta, nel 1968, ed è stata una vittoria sudatissima: all'epoca infatti non c'erano i calci di rigore e fu necessario ripetere la finale con la Jugoslavia perché era finita in parità (1-1). Al secondo tentativo gli azzurri si imposero per 2-0. 

 

Il giocatore che ha segnato più gol agli Europei è Michel Platini, campione della Francia e della Juventus, con 9 reti. Chi sarà il capocannoniere quest'anno?

 

ULTIME NEWS