Nostro Figlio
FocusJunior.it > News > Bomba atomica: che cos’è e chi la possiede

Bomba atomica: che cos’è e chi la possiede

Stampa
Bomba atomica: che cos’è e chi la possiede
Getty Images

La bomba atomica è un'arma nucleare molto pericolosa e, nell’ultimo mese e mezzo, abbiamo sentito il presidente russo Vladimir Putin che ha minacciato di usarla nella guerra in Ucraina.

La bomba atomica in quest'ultimo periodo è una minaccia che sembra stia diventando sempre più vicina. Nella realtà, dicono gli esperti, questa è un'intimidazione che serve principalmente a spaventare l'Ucraina e i Paesi che la sostengono. È vero che il presidente russo Vladimir Putin ha minacciato di usare questo tipo arma nucleare nel conflitto in Ucraina, ma questo non significa che lo farà.

CHE COS'È LA BOMBA ATOMICA?
La bomba atomica è un'arma nucleare. E come tutte le armi di questo tipo, può fare danni enormi. Nel 1945, durante la Seconda guerra mondiale, gli americani sganciarono due bombe atomiche sulle città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki. Questo tragico evento ha causato più di 100.000 morti, mettendo a conoscenza l’intero mondo dei pericoli di questo genere di armi.

LA BOMBA ATOMICA RUSSA
Oltre ad avere la maggior quantità di testate nucleari, la Russia ha anche il primato della bomba atomica più potente, la Tsar (o Zar) chiamata anche Big Ivan. Questa testata nucleare pesa 27.000 kg, ha una potenza 3.125 volte superiore a Little Boy, la bomba sganciata dagli Usa su Hiroshima il 6 agosto 1945 che di chili ne pesava “solo” 4.000.

CHE COS’È IL TNP?
Per disincentivare l’uso delle armi nucleari, le Nazioni Unite nel 1968 hanno ratificato “Il Trattato di Non-Proliferazione Nucleare” (TNP), entrato però in vigore il 5 marzo 1970. L'accordo prevede che gli Stati in possesso di armamenti nucleari si impegnino a non cedere a terzi materiale fissile (è un materiale che è in grado di sviluppare una reazione a catena di fissione nucleare) e tecnologia nucleare.

Gli Stati non-nucleari, viceversa, sono tenuti a non mettere a punto armi di distruzione di massa o a non procurarsene. E, il trasferimento di materiale e tecnologie nucleari utilizzabili per scopi pacifici deve avvenire sotto lo stretto controllo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica. Questo trattato è stato ratificato da 188 Stati membri, in pratica da tutti, tranne Israele, India e Pakistan.

GLI STATI PARTE DEL TNP SONO CLASSIFICATI IN DUE CATEGORIE

  • Stati nucleari (Cina, Francia, Regno Unito, Russia, Stati Uniti) che si impegnano a perseguire un disarmo nucleare generalizzato e totale
  • Stati non dotati di armamenti nucleari si impegnano a non sviluppare né dotarsi di armi nucleari.

Dalla firma del trattato la quantità di armi nucleari è diminuita in maniera consistente, ma ci sono ancora circa 14.000 bombe in circolazione. E le potenze nucleari non sono più 5 (come nel 1968), bensì 9! Perché, contro il parere della comunità internazionale, Corea del Nord , India, Pakistan e Israele sono in possesso di armi nucleari.

QUANTE BOMBE POSSIEDONO GLI STATI?

  • Russia: 6225
  • Usa: 5550
  • Cina: 350
  • Francia: 290
  • Regno Unito: 215
  • Pakistan: 165
  • India: 156
  • Israele: 90
  • Corea del Nord: 40

bomba atomica
Inventari globali armi nucleari, gennaio 2021
Credits: Fonte Sipri 2021

LAVORARE PER IL DISARMO NUCLEARE
Per scongiurare la proliferazione di nuove testate nucleari, 50 Paesi hanno firmato il Trattato Onu sulla proibizione delle armi nucleari (TPNW) entrato in vigore il 22 gennaio 2021. Si tratta del primo accordo legalmente vincolante che vieta lo sviluppo, i test, la produzione, l'immagazzinamento, il trasferimento, l'uso e la minaccia delle armi nucleari. Ma il problema è che i 9 paesi che detengono la bomba atomica si sono rifiutati di firmare.