Donna Moderna
FocusJunior.it > News > “Bimbisvegli”: la classe che va a scuola nel bosco

“Bimbisvegli”: la classe che va a scuola nel bosco

Stampa

Lezioni in gran parte all'aperto, nel bosco vicino alla scuola. Non ci sono zaini, né compiti. Il materiale didattico è in condivisione. Fantascienza? No, siamo in Piemonte, in una classe della primaria di Serravalle d'Asti. Che ne pensi di una scuola così?

Ti piacerebbe una scuola senza zaini e senza compitiNella quale non bisogna per forza stare seduti a un banco e dove la maggior parte delle lezioni viene tenuta all'aperto, nel bosco di fianco alla classe?



No, non è un sogno. Una scuola del genere esiste. :)



 



E' stata sperimentata e ideata da un maestro piemontese ben DIECI ANNI FA. Giampiero Monaca. La novità di quest'anno è che è stata anche approvata dal ministro dell'Istruzione. 



 



Che "Bimbisvegli"!


Da questo anno scolastico una classe della primaria di Serravalle d'Asti, in Piemonte, ha adottato per la prima volta in Italia, il metodo di insegnamento che si chiama "Bimbisvegli". E che comprende tutto quello che vi abbiamo scritto sopra.



Caters - / IPA


Un metodo che si basa sul rapporto con la natura



 



In che cosa consiste quindi? La maggior parte delle lezioni si svolge all'aperto, nel bosco vicino alla scuola. Si osserva la natura e... si impara da questa!



 



Non ci sono cattedre. Non ci sono zaini.



 



Niente compiti e ci sono tavoli al posto dei bambini. Il cortile? E' tenuto in ordine dalle caprette del vicino. E i migranti del vicino centro d'accoglienza della zona danno una mano a pazzare e pitturare.



Vi piacerebbe una scuola così?