Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Libreria all’aperto

Libreria all’aperto

Stampa

Immaginate di fare una passeggiata in un borgo medievale, e... se all'improvviso vi venisse voglia di leggere? Niente paura, nel borgo Hay-on-Wye, Galles, c'è una libreria a cielo aperto. 

Avrete sicuramente preso in prestito dei libri in qualche biblioteca, che sia della scuola o del vostro Comune di residenza. Tessera alla mano, si aspetta il proprio turno e si chiede al bibliotecario di poter avere in prestito il tale  libro. Di solito, nelle biblioteche, i libri sono si trovano su scaffali e librerie, all'interno di edifici climatizzati in cui ci si può sedere ai tavoli per leggere o studiare.

Biblioteca a cielo aperto

Bene. Vi piacerebbe andare in una biblioteca a cielo aperto? Mi spiego meglio. In una biblioteca che non si trovi in un edificio chiuso, che sia situata, che so io, magari in una piazza, in una via, in un giardino. Dove i libri sono a vista. Insomma, libri sotto il cielo. Sarebbe una bella idea, no? Bè, in realtà non è corretto dire che “sarebbe” una bella idea. Per un semplice motivo: che una biblioteca del genere esiste davvero. E dove? In Galles.

La libreria dell'onestà

Statemi a sentire. Si chiama Honesty Bookshop, e si trova nel giardino di un castello. Come in una fiaba. La città del Galles sede di questa libreria è Hay-on-Wye, un borgo medievale di circa 2.000 abitanti al confine con l'Inghilterra. In questo paesello così piccolo ci sono circa trenta tra librerie e biblioteche! Tra queste, appunto, la libreria Honesty Bookshop , si trova nel giardino di Hay Castle.? Gli scaffali sono appoggiati alle mura in pietra del castello, e i libri sono centinaia. È sempre aperta questa libreria, e vi si può comprare libri a qualsiasi ora, anche di notte! Vi chiederete: ma come? Ci sono commessi che lavorano anche di notte? Nient'affatto. Di commessi non ce ne sono proprio. E quindi come si comprano i libri? A chi si danno i soldi? C'è una cassetta delle lettere in cui va inserito il denaro. Tutto è costruito sulla fiducia, sull'onestà. Non a caso la libreria si chiama Honesty: qui ci si fida nell'onestà delle persone.

Ma da quanto tempo esiste questa libreria?

Da ben 57 anni, ossia dal 1961. E da tempo viene visitata da gente di tutto il mondo. Fu fondata dal libraio Richard Booth. Aspettate un attimo, perché questo Richard Booth voi focusini lo avete già trovato! Sì, è colui che nel 1977 si autoproclamò Re del Principato autonomo di Hay-on-Wye. Infatti il  borgo dopo questa pazza trovata di Booth ebbe molta fama in tutto il mondo e fu nominato book town, in italiano città del libro. Pensate che, si svolge dal 1988, un festival della letteratura che ospita ogni anno oltre mezzo milione di persone, patrocinato dal quotidiano The Guardian. Ed è considerata – e direi con ragione - una delle più belle librerie del mondo.

Voi che cosa ne pensate?