Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > B, l’ape influencer che vuole salvare la sua specie

B, l’ape influencer che vuole salvare la sua specie

Stampa

Selfie, foto in posa e ritratti artistici: tutto per diventare virale e salvare le sue simili. Ecco "B", l'infuencer impollinatrice che vuole diventare la Ferragni degli insetti per una buona causa!

Dallo scorso giugno su Instagram c'è un'ape che si comporta come un autentica influencer, con tanto di scatti in posa, outfit stravaganti e "strizzatine d'occhio" ai marchi più commerciali: è B. l'ape diventata social con un obiettivo per preciso: diventare famosa (una specie di "Ferragni del miele"), raccogliere fondi e salvare le sue simili!

INFLUENCER PER LA SOPRAVVIVENZA

Ovviamente dietro al profilo Instagram di B. - il nome è un gioco di parole perché "b", in inglese, si legge come bee, "ape" - non c'è un insetto che digita sullo smartphone con le sue zampette, ma i social manager della Fondation de France, l'organizzazione filantropica che ha deciso d'impegnarsi in prima linea nella missione di salvataggio delle api.

Questi insetti da anni sono infatti esposti ad un forte rischio estinzione e la causa, tanto per cambiare è sempre da attribuire all'uomo, i cui impianti inquinanti e le emissioni di anidride carbonica hanno sconvolto il clima e "scombinato" i ritmi di vita e riproduzione di queste delicate creature.

Secondo l'USDA, il dipartimento di agricoltura degli Stati Uniti, gli impollinatori come le api, proprio grazie al ruolo svolto nella prolificazione di piante e fiori, sono responsabili di un terzo del cibo che nutre l'inter umanità, ma il numero di queste specie continua a diminuire da trent'anni a questa parte.

Da qui l'idea dell'ape influencer per raccogliere risorse sufficienti a sovvenzionare progetti che tutelino il futuro della sua specie.

I BUONI PROPOSITI DELLA CHIARA FERRAGNI DELL'ALVEARE

«Voglio compiacere i brand di tutto il mondo per raccogliere fondi per salvare le api, molte delle quali scompaiono ogni anno. Ho bisogno di te: più follower ho su Instagram, più brand mostreranno interesse e più soldi raccoglierò». Questa la dichiarazione d'intenti di B., che da quando ha già iniziato la sua attività social ha già conquistato quasi 160.000 follower, cominciando anche a collaborare con marchi importanti come Ricola per promuovere la bellezza della natura e l'importanza di stili di vita più eco-friendly.

Con i fondi ricavati da questa inedita attività (che si sappia B. è la prima ape influencer della Storia!) Fondation de France vuole promuovere tipi d'agricoltura che impattino meno sull'ecosistema (e quindi sulla vita degli impollinatori), ricostruire habitat adatti alla riproduzione delle api e contrastare l'uso di pesticidi e sostanze nocive sia per gli insetti che per la biodiversità.