Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Lo sapevi che: le api sfidano i calabroni a colpi di cacca

Lo sapevi che: le api sfidano i calabroni a colpi di cacca

Stampa

Per eliminare gli intrusi le api coprono l'alveare di cacca e, se questo non basta a eludere i predatori, li arrostiscono.

Sei un'ape e vuoi proteggerti dai calabroni giganti? Qual è il modo migliore per allontanare quest'intruso dall'alveare? Semplice: cacca di animale! Secondo uno studio dell'Università di Guelph (Usa) e pubblicato sulla rivista scientifica PlosOne, gli scienziati hanno scoperto che le api del miele del Vietnam, hanno escogitato un trucco davvero insolito: raccolgono e applicano palline di sterco animale attorno agli ingressi dell'alveare. Tutto questo per scoraggiare le incursioni mortali nei nidi da parte del calabrone asiatico (Vespa mandarinia japonica) i cui cugini nordamericani, non a caso, sono stati soprannominati "calabroni assassini".

Il trucco della cacca mostra quanto siano intelligenti le api e questa scoperta potrebbe offrire agli apicoltori un nuovo modo per proteggerle dai loro predatori. Il team di scienziati ha studiato il comportamento delle api da miele in Vietnam e come la maggior parte delle api, in Asia, venivano costantemente attaccate da calabroni giganti. I calabroni razziano i nidi, uccidendo le api e portando via larve e pupe per nutrire la propria covata in via di sviluppo .

Questo problema va avanti da molto tempo in Asia, così le api mellifere hanno escogitato alcuni sistemi per reagire. Ad esempio, centinaia di operaie circondano l'intruso e formano una "palla rovente difensiva" facendo vibrare le ali all'unisono per innalzare la temperatura all'interno della trappola. Facendo vibrare i muscoli delle ali e mantenendo un assetto compatto, lo sciame riesce a portare la temperatura interna alla temperatura di 46 °C: nell'arco di mezz'ora il predatore muore, "cotto" dalle operaie. Oppure, secondo questo nuovo studio, sulle api da miele del Vietnam, gli scienziati hanno scoperto qualcosa di completamente nuovo. Dopo essere state attaccate attaccate dai calabroni giganti, le api hanno iniziato a raccogliere piccoli pezzi di cacca di altri animali e, con la bocca, li hanno attaccati vicino all'ingresso dell'alveare. Le api usano la cacca di diversi animali, come i maiali, le mucche e i bufali, ma quella che sembra la loro preferita è quella puzzolente dei polli.

«Sono rimasta scioccata», ha detto Heather Mattila la scienziata responsabile dello studio, «perché le api hanno una buona reputazione: sono molto pulite».

Durante il periodo di studio il team di ricercatori ha registrato oltre 300 attacchi di calabroni giganti sugli alveari. E hanno appurato che più cacca c'era vicino all'ingresso dell'alveare, minori erano le probabilità che i calabroni attaccassero, o addirittura volassero vicino all'ingresso.
Gli scienziati non sanno ancora bene perché la cacca tenga lontani i calabroni. Potrebbe essere perché l'odore di cacca nasconda l'odore dolce proveniente dall'alveare. Potrebbe anche essere possibile che la puzza li allontani... Chissà! Le api asiatiche hanno avuto molto tempo per sviluppare metodi per combattere i calabroni giganti. Non è vero in Europa e Nord America.

La notizia positiva è aver trovato un modo per proteggere le api considerando la loro importanza per l’habitat.