Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Addio Paolo Villaggio: tutta l’Italia saluta il ragioner Fantozzi!

Addio Paolo Villaggio: tutta l’Italia saluta il ragioner Fantozzi!

Stampa
Addio Paolo Villaggio: tutta l’Italia saluta il ragioner Fantozzi!

Questa mattina si è spento l'attore genovese che con suo il celebre Ragioniere o l'impacciatissimo Giandomenico Fracchia dipinse con ironia vizi e sfaccettature dell'italiano medio. 

Questa mattina l'Italia ha perso una delle sue maschere tragi-comiche più famose di sempre.

 

Paolo Villaggio si spento a 84 anni in una clinica romana dove da giorni era stato ricoverato a causa dei suoi problemi di diabete e ora tutto il Paese ricorda il geniale attore che diede corpo e anima a personaggi intramontabili come Giandomenico Fracchia, il Professor Kranz e, soprattutto, l'inimitabile Ragionier Ugo Fantozzi.

 

Il Paese dei Fantozzi

Nato a Genova nel 1932, Paolo Villaggio cresce in un'Italia che sta cambiando: dagli anni bui della Seconda Guerra Mondiale al Boom economico degli anni Cinquanta, il mondo della sua infanzia si colora di eventi e personaggi che lo abituano ad osservare quelle sfaccettature del comportamento umano che poi descriverà con meravigliosa ironia nei decenni ruggenti della sua carriera artistica.

 

 

A cavallo tra gli anni '60-70, parallelamente ad una vivace attività di spettacoli teatrali, show televisivi e trasmissioni radio, Villaggio comincia a pubblicare sulla rivista L'Europeo alcuni racconti incentrati sulla figura di un ragionere sfortunatissimo, privo di grandi qualità e continuamente tartassato sia sul lavoro che nella vita privata: era nato Ugo Fantozzi, una "maschera" senza tempo che in poco tempo travalicò la dimensione letteraria per diventare protagonista di una lunghissima saga cinematografica che ha divertito l'Italia intera.

La "spietata" ironia, il linguaggio volutamente distorto (celebre è l'assurdo uso del congiuntivo: «Coraggio ragionere, vadi avanti, vadi!»), le situazioni paradossali e i meravigliosi personaggi di contorno (il ragionier Filini, lo spaccone Calboni, la vezzosa Signorina Silvani o il Megadirettore Cosmico) sono diventati marchi di fabbrica di una comicità che Paolo Villaggio riutilizzò anche nei molti film che interpretò insieme ad altri grandi maestri della risata (I pompieri, le Comiche con Renato Pozzetto, Scuola di Ladri ecc...).

"Come è umano lei!"

Paolo Villaggio è stato quindi un narratore della mediocrità, un celebratore delle ingiustizie quotidiane che tutti noi subiamo ogni giorno, riuscendo però a strapparci sempre un sorriso, perché dopotutto, siamo tutti un po' Fantozzi

 

GUARDA UNA DELLE SCENE PIÙ FAMOSE DI FANTOZZI: LA PARTITA ITALIA-INGHILTERRA NE "IL SECONDO TRAGICO FANTOZZI"