Categories: News

Afghanistan: la scuola segreta per le ragazze

A Kabul all’interno di una “classe” segreta femminile, frequentata da una dozzina di ragazze che stanno seguendo una lezione di matematica (l’istruzione in Afghanistan è vietata alle ragazze dopo le elementari), spiccano le parole di una di una studentessa di 15 anni che ha voluto mandare un messaggio a tutte le sue coetanee in Afghanistan: «Sii coraggiosa, se sei coraggiosa nessuno può fermarti». Una Sfida? Forse, ma sicuramente prevale il desiderio del diritto all’istruzione.

Come una vera scuola a Kabul

La scuola segreta visitata dalla Bbc è sorprendente, è una replica di una vera classe con file di ordinati banchi blu e bianchi. «Facciamo del nostro meglio per farlo di nascosto», dice l’unica insegnante, «ma anche se mi arrestano, mi picchiano, ne vale la pena». «Sappiamo delle minacce e ci preoccupiamo per loro»,aggiunge l’insegnante, e precisa «l’istruzione delle ragazze vale qualsiasi rischio».

La scuola che non riapre

A fine marzo, le scuole secondarie femminili (l’equivalente delle nostre scuole medie e superiori), dopo sette mesi, erano state chiuse a fine agosto 2021, dopo che i talebani avevano ripreso il potere, avrebbero dovuto riaprire.

E così sembrava. Infatti tutto era pronto per l’inizio del nuovo anno scolastico, ma dopo circa un’ora che le alunne si erano presentate nelle scuole un’improvvisa decisione del governo talebano ha fatto sapere che alle ragazze, per il momento, era vietato tornare in classe.

Istruzione femminile solo alle elementari

Per ora sono aperte solo le scuole primarie femminili e non è chiaro quando, o se, le ragazze più grandi potranno tornare in classe. I funzionari del governo hanno fatto sapere che prima che le ragazze più grandi possano tornare a scuola, è necessario creare il corretto “ambiente islamico“. Una frase non chiara dato che le scuole erano già separate per genere.

Le fonti invece dicono che…

Diverse fonti hanno detto alla Bbc, che il governo è diviso:  da un lato un gruppo di funzionari intransigenti e molto influenti sembrano contrari alla riapertura delle scuole, dall’altro un gruppo che ha espresso disappunto per la decisione di non aprire scuole femminili e si pensa che alcuni alti funzionari talebani stiano educando le loro figlie in Qatar o in Pakistan.

Nelle ultime settimane, numerosi studiosi religiosi legati ai talebani hanno emesso fatwa, o decreti religiosi a sostegno del diritto delle ragazze all’apprendimento.

Lo sceicco favorevole all’istruzione femminile

Lo sceicco Rahimullah Haqqani, un religioso afgano molto rispettato dai talebani, che vive principalmente a Peshawar, in Pakistan, durante un viaggio a Kabul ha incontrato alcune figure di spicco all’interno del loro governo.

E anche se è stato molto attento a non criticare la chiusura delle scuole, parlando nella sua madrasa di Peshawar, alla Bbc dice «Non c’è alcuna giustificazione nella sharia (legge) per dire che l’istruzione femminile non sia consentita» e continua «Tutti i libri religiosi hanno affermato che l’educazione femminile è lecita e obbligatoria, perché, ad esempio, se una donna si ammala, in Afghanistan o in Pakistan, e ha bisogno di cure, è molto meglio se viene curata da una dottoressa”.

Un comitato per decidere

Il governo ha formato un comitato per esaminare la questione, ma diverse fonti che hanno legami con i talebani hanno rivelato alla Bbc che, mentre un gruppo di alti ministri talebani era d’accordo con la riapertura delle scuole femminili a marzo, altri, l’opposizione era d’accordo con la linea dell’ Emiro o Leader Supremo, Mullah Haibatullah.

Il velo alle donne

E anche se sembrava che i talebani avessero adottato un atteggiamento più flessibile quando hanno preso il potere lo scorso agosto, recentemente hanno emesso un numero sempre maggiore di editti intransigenti, tra cui rendere obbligatorio il velo integrale per le donne e incoraggiarle a rimanere a casa.

Le attiviste afghane non si scoraggiano

Nel frattempo, le attiviste per i diritti delle donne afgane stanno cercando di garantire che questa generazione di ragazze non venga lasciata indietro. Proprio per questo è nata la scuola segreta di Kabul. Qui le ragazze seguono lezioni, per una o due ore al giorno, di  matematica, biologia, chimica e fisica.

L’insegnante responsabile sa che ci sono molte altre ragazze che vorrebbero partecipare, ma sono vincolate dalla mancanza di spazio e risorse. Non crede che le scuole riapriranno a breve, e quindi è determinata a fare quello che può e precisa alla Bbc «Come donna istruita, è mio dovere», racconta alla Bbc. «L’istruzione può salvarci da questa oscurità».

Fonte: Bbc

Share
Published by
Stella Tortora

Recent Posts

Che cos’è il torneo di Wimbledon?

Come ogni anno tra la fine di giugno e l'inizio di luglio torna uno degli…

27 giugno 2022

28-29 giugno: la tradizione della “barca di San Pietro”

Nella notte del giorno dedicato ai Santi Pietro e Paolo, nel Nord Italia è tradizione…

27 giugno 2022

Le nuvole: cosa sono e come si formano

Di cosa sono fatte le nuvole? Come si formano? E quanti tipi ce ne sono?…

27 giugno 2022

Compiti per le vacanze? Meglio le “esperienze estive”!

Estate: sole, mare, relax e...compiti delle vacanze! Ma sono così brutti e impossibili da fare…

27 giugno 2022

Odino, Thor e tutti gli altri: ecco divinità e creature fantastiche della mitologia norrena

Dei potenti, mostri terribili e creature dai poteri magici: la mitologia norrena era davvero ricca…

24 giugno 2022

Khaby Lame: chi è il re di TikTok?

Il ventiduenne di Chivasso è diventato il personaggio più seguito al mondo su TikTok. Scopriamo…

24 giugno 2022
Loading