Donna Moderna
FocusJunior.it > News > 50 anni di Devoto Oli: il dizionario italiano si arricchisce con il linguaggio “digitale”!

50 anni di Devoto Oli: il dizionario italiano si arricchisce con il linguaggio “digitale”!

Stampa
50 anni di Devoto Oli: il dizionario italiano si arricchisce con il linguaggio “digitale”!
Pixabay

Neologismi da Web come "Ciaone", "Fake News" e "Post-verità" sono stati riconosciuti come elementi integranti del nostro modo di parlare e inseriti nel prestigioso dizionario della lingua italiana.

La lingua dei Social ha da tempo invaso ogni ambito linguistico: dallo studente di seconda media al ragioniere quarantenne, dal giornalista "twittarolo" all'universitario "instagrammer", tutti ormai hanno usato almeno una volta espressioni come "ciaone", "webete", "Post-verità" o "fake news"!

 



Piaccia o no dunque, la nobile lingua italiana deve fare i conti con il cambiamento e il Devoto Oli, lo storico dizionario di Le Monnier ha scelto di celebrare i 50 anni d'attività includendo proprio 1.500 neologismi (cioè "parole nuove" che hanno avuto successo e diffusione tra i parlanti di una lingua) provenienti dal Web ma diffusi ormai in ogni campo.



2.560 pagine e 250 mila definizioni: c'è posto anche per la lingua del web!


Qualche esperto tradizionalista ha storto il naso, poiché una simile apertura potrebbe portare ad un appiattimento verso il basso del linguaggio, soprattutto tra i giovani, con il rischio di ridurre sempre di più la capacità comunicativa delle nuove generazioni.



 



Ma se da un lato i curatori dell'edizione 2017 si associano nella difesa del sacrosanto utilizzo di un italiano corretto e forbito in ambiti "alti" come conferenze, libri di testo, ambienti lavorativi e discussioni intellettuali, dall'altro non ci si è potuto esimere dal constatare il profondo mutamento della lingua.





Nelle intestazioni di lettere o documenti formali dunque si continueranno ad usare parole come "egregio", "esimio" e "cordiali saluti" (e non "bella amico, ciaone"!), ma da oggi i frequentato della Rete potranno usare il loro linguaggio con una maggiore consapevolezza di quello che stanno scrivendo!