Donna Moderna
FocusJunior.it > Junior reporter news > Piacere io sono Moro, la pantera nera

Piacere io sono Moro, la pantera nera

Stampa
Piacere io sono Moro, la pantera nera
Shutterstock

È una pantera nera maschio, nato nel 2003. Proviene da un centro di recupero per animali selvatici in Spagna, ed è stato assegnato allo Zoo di Napoli per essere accudito e curarato nel miglior modo possibile.

Ciao a tutti focusini. Mi chiamo Moro. Sono nato nel 2003 e sono la pantera nera dello zoo di Napoli. Noi pantere siamo simbolo di furbizia ed eleganza. La più famosa tra noi è Bagheera del Libro delle Giungla. Forse non tutti voi sapete che la pantera nera non è una vera specie animale, ma è un genere. Il genere Panthera comprende il leone (Panthera leo), la tigre (Panthera tigris), il leopardo (Panthera pardus), il giaguaro (Panthera onca) e il leopardo delle nevi (Panthera uncia). Io sono un esemplare maschio di Panthera pardus.

Quando si parla di "pantera nera" non ci si riferisce a nessuna di queste specie in particolare, ma a qualunque esemplare di questo genere che presenti melanismo, cioè eccessiva presenza di melanina. Più è presente la melanina nelle cellule, più il manto diventa scuro. In base all’angolazione della luce si riesce a intravedere, sotto la mia pelliccia, che anche io ho le macchie “da leopardo”. Il melanismo è più comune nei giaguari e nei leopardi, mentre nei puma è rarissimo.
In una cucciolata, possono essere presenti alcuni melanici e altri normali. Il manto scuro per me non è svantaggio, anzi ho tanti benefici: mi aiuta a regolare la temperatura del mio corpo, a cacciare meglio di notte perché mi mimetizzo col buio e ho un sistema immunitario più forte perciò mi ammalo più raramente.

Io ho 17 anni e sono un po’ vecchietta perché, in genere, le altre pantere vivono 10-12 anni. Peso 60 kg; il peso di un esemplare della mia specie può variare da 30 kg a 160 kg, perciò peso nella media. Come gli altri felini sono carnivoro: mangio carne bianca o rossa. La mia dieta è sempre controllata da veterinari dello zoo che l’arricchiscono con più proteine se è necessario o al contrario, purtroppo, mi mettono a dieta se ingrasso.

 

Le pantere nere vivono in sud America, in Africa ed in Asia. Io vivo nello zoo di Napoli, ma non sono prigioniera, anzi vivo in un exhibit pensato per assecondare le mie esigenze. Provengo da un centro di recupero per animali selvatici in Spagna, e sono stato assegnato allo Zoo di Napoli dall’6 ottobre 2018 per essere accudita e curata nel migliore dei modi. Amo arrampicarmi sugli alberi, dove trascorro la maggior parte del mio tempo, o nascondermi sdraiato in pace tra i cespugli. Un ricovero al coperto, mi accoglie nelle ore notturne e quando preferisco nel corso della giornata.

Per garantire il mio benessere fisico e psicologico, è stato studiato dai keeper dello zoo di Napoli, un arricchimento sensoriale ed ambientale della mia area. Ogni giorno mi vengono proposte attività diverse che permettono di mantenermi sempre in attività e di procurarmi il cibo in zone dell’exhibit sempre diverse che dovrò scoprire volta per volta. In questo modo, mi vengono stimolati i sensi e tutti i comportamenti tipici della mia specie come se fossi davvero nel mio ambiente naturale. Spero che sia stato interessante conoscermi meglio e mi verrete a trovare presto.
Un saluto da Moro a tutti voi focusini!!!

Articolo scritto da Micaela Piscopo

ULTIME NEWS
Crea una mascherina senza cuciture
Condividi
Che cos’è la Costituzione?
Condividi
FJ Lab: il trucco del bicchiere bucato
Condividi
Moda e scienza: gli abiti del futuro
Condividi