Donna Moderna
FocusJunior.it > Junior reporter news > Junior reporter, la magia della mitica ferrari

Junior reporter, la magia della mitica ferrari

Stampa
Junior reporter, la magia della mitica ferrari
IPA_ALMJDYKDG

Il focusino Fabio ci racconta la gloriosa storia della scuderia del cavallino rampante e delle macchine da corsa più famose del mondo

Nel 2019 cadeva il 90° anniversario della fondazione della "Scuderia Ferrari"; il 16 novembre 1929 infatti Enzo Ferrari e i suoi soci si riunirono nello studio del notaio Alberto Della Fontana di Modena per firmare l'atto di costituzione della "Società Anonima Scuderia Ferrari".
Inizialmente la Ferrari era il reparto corse dell'Alfa Romeo e già dal suo esordio l'Alfa Romeo 6C 1750 guidata da Nuvolari si distinse nelle varie competizioni dell'epoca come la Mille Miglia, da Brescia a Roma, e la Targa Florio in Sicilia.

Il cavallino

simbolo della Scuderia Ferrari fu utilizzato per la prima volta nel 1932 sulla Alfa Romeo 8C 2300 Spider in occasione della 24 ore di Spa-Francorchamps in Belgio e fu ceduto personalmente ad Enzo Ferrari dalla madre di Francesco Baracca, l'asso dell'aviazione italiana della I Guerra Mondiale che lo portava dipinto sul suo aeroplano, mentre il fondo giallo è uno dei colori dello stamma della città di Modena.

Dal 1947 la Scuderia Ferrari iniziò a costruire auto in proprio e dal 1950 iniziò a partecipare alle competizioni di Formula 1, debuttando nel Gran Premio di Monaco (in occasione della sua inaugurazione) col pilota Alberto Ascari il quale, alla guida della Ferrarai 500 F2, arrivò secondo.
Nel 1975 arrivò alla Ferrari il grande pilota austriaco Niki Lauda che vinse il suo primo titolo mondiale con la Ferrari 312 T.

La storia della Ferrari è segnata purtroppo anche da due gravi incidenti:

quello di Niki Lauda del 1976 quando al Gran Premio di Germania, nel circuito del Nürburgring, a causa di una pioggia insistente, il pilota austriacoi perse il controllo della sua monoposto che andò a sbattere contro una roccia e prese fuoco e quello in cui perse la vita il pilota canadese Gilles Villeneuve sul circuito di Zolder, in Belgio nel 1982.

Con le automobili di oggi questi incidenti è più difficile che si verifichino

perchè le macchine moderne hanno una maggiore "resilienza" cioè una maggiore resistenza di assorbire gli urti senza rompersi in quanto il vecchio telaio tubolare fatto di tubi d'acciaio saldati tra loro è stato sostituito da uno monoscocca in fibra di carbonio, che funge anche da capsula sia per il pilota che per il serbatoio della benzina.

La Scuderia Ferrari è la squadra che detiene il maggior numero di vittorie e tutti i record significativi sia in Formula 1, che nella FIA WEC (World Endurance Championship) e persino nei rally, anche se il suo ultimo trofeo iridato risale al 2007 con Kimi Raikkonen.
Il nome della monoposto della stagione 2019, la SF90, è stato scelto proprio per celebrare il 90° anniversario della sua fondazione.

Fabio