Donna Moderna
FocusJunior.it > Junior reporter news > Junior reporter, la catastrofe di Pompei

Junior reporter, la catastrofe di Pompei

Stampa
Junior reporter, la catastrofe di Pompei
Ipa-agency

L'intervista immaginaria di Benedetta a un abitante della città campana sommersa dalla lava

Domanda: Signor Lucius, lei abitava a Pompei quando la città fu distrutta dal Vesuvio, cosa è successo prima dell'eruzione del vulcano?

Risposta. A partire da 10-15 anni prima dell'eruzione abbiamo sentito delle scosse di terremoto, ma nessuno si è preoccupato perché era una cosa normale in quel territorio.

D. Si ricorda la giornata del disastro avvenuto nel 79 dC?

R. Alle nove di mattina del 24 agosto

il vulcano ha cominciato a muoversi

ma la vera eruzione è arrivata all’una del pomeriggio. Su Pompei soffiava un vento fortissimo che trasportava pietre pomici, gas e frammenti di roccia. Il sole era oscurato dalle pietre che volavano in cielo e la città è stata seppellita da ben 4 metri di detriti. Qualcuno è scappato fuori città, altri si sono nascosti nelle cantine dove sono morti soffocati dai gas tossici e chi si era rifugiato in spiaggia è stato travolto dal mare che ribolliva mentre le barche andavano in fiamme.

D. Quanto è durata l’eruzione?

R. Sarà durata in tutto circa 25 ore ma sono morte più di 2.000 persone.

 

di Benedetta