Donna Moderna
FocusJunior.it > Junior reporter news > JUNIOR REPORTER, IL RISTORANTE SUL PIANETA NABULO (3° PUNTATA)

JUNIOR REPORTER, IL RISTORANTE SUL PIANETA NABULO (3° PUNTATA)

Stampa

Il ristorante aperto a tutto l'Universo nel racconto fantascientifico in tre parti della focusina Giulia

Terza puntata

Il giorno dopo il ristorante è invaso da persone in smoking e altre con pentole in testa come elmi. ”All' attacco!” e l'armata di Jangk avanza. ”Vinciamo!” e l'armata di Ling avanza. Così ha inizio la battaglia più stramba dell'Universo. Alieni si buttano torte in faccia con catapulte di fortuna, morsi e calci volano nell'aria e pestate di piedi fino a quando



Jangk e Ling si ritrovano faccia a faccia.


Jangk sta per sganciare un sonoro destro direttamente in faccia all’avversario quando si blocca di colpo, guarda Ling con aria interrogativa e balbetta: “dove sono?”. “Siamo nel bel mezzo di una battaglia che tu stesso hai voluto”, dice Ling. ”Ristorante preferito?” domanda a questo punto Ling. ”Naturalmente il tuo. Perché me lo chiedi? Lo sai benissimo!”



“Evviva! Jangk è tornato”, esclama qualcuno e tutti battono le mani. “Ma io non sono stato da nessuna parte” dice Jangk. ”Ti spiegherò tutto....”





Dopo le spiegazioni, Jangk dice: “allora, forse dovrei chiederti scusa per quello che ho fatto, anche se senza volerlo”. “Ma no, quello che ha sbagliato sono io: il mio tris-nonno ha creato questo luogo perché tutti, anche se con opinioni diverse, possano andare d'accordo. E io cosa ho fatto? Una battaglia. Sono io quello che dovrei chiedere scusa”. Da allora attaccato alla porta del ristorante c'è un’insegna con su scritto:



”non entra l’odio. I proprietari: Jangk e Ling”.



 



di Giulia Gavioli



La prima e la seconda parte sono state pubblicate nei due giorni precedenti.