Donna Moderna
FocusJunior.it > Junior reporter news > Junior reporter, Con un’INTERVISTA IMMAGINARIA A SPONGEBOB CONOSCIAMO TRA FANTASiA E SCIENZA IL MONDO DELLE PORIFERE

Junior reporter, Con un’INTERVISTA IMMAGINARIA A SPONGEBOB CONOSCIAMO TRA FANTASiA E SCIENZA IL MONDO DELLE PORIFERE

Stampa
Junior reporter, Con un’INTERVISTA IMMAGINARIA A SPONGEBOB CONOSCIAMO TRA FANTASiA E SCIENZA IL MONDO DELLE PORIFERE
nickelodeon

La focusina Micaela Luisa incontra per noi la famosa spugna marina dei cartoni animati che ci spiega le caratteristiche della sua specie

D. Oggi, abbiamo la fortuna di incontrare un famosissimo ed amatissimo personaggio dei cartoni animati. Generalmente siamo abituati a ridere a crepapelle nel vederlo vivere storie surreali e folli. Continuamente combina piccoli e grandi disastri e spesso si ritrova nei guai per via della sua ingenuità. Il suo eccessivo buon umore può spesso irritare chi lo circonda ma è proprio l'atteggiamento di adorabile simpaticone a renderlo unico. Per questa volta, per noi, non sarà un cuoco di hamburger, ma, indosserà i panni di uno “scienziato”. Ci parlerà un po’ di lui, dell’ambiente marino in cui vive, ma soprattutto ci farà conoscere meglio la specie a cui appartiene.

R. Buongiorno a tutti. Sono SpongeBob SquarePants, il protagonista di una famosa serie televisiva animata, e sono una spugna marina. In natura, le spugne sono porifere e il loro nome deriva dal latino porus = poro e fero = portare. Sono le forme di vita pluricellulari più semplici dell’intero regno animale.e sono state considerate dei vegetali fino all’inizio del secolo scorso ma sono, a tutti gli effetti, degli animali.

D. Quando sei nato?

R. Sono stato realizzato dal biologo marino e disegnatore Stephen Hillenburg e la mia serie animata è stata trasmessa, per la prima volta, in America nel 1999, ed In Italia, dal 30 agosto 2004.
Le spugne, nella realtà, sono creature molto vecchie, tanto che in Cina è stato ritrovato un fossile di spugna di più di 600 milioni di anni.
Io sono una spugna di mare ma sono stato disegnato per assomigliare ad una

spugna da cucina!

Sono rettangolare e di colore giallo brillante, con un contorno di colore marrone scuro. Inizialmente avevo una forma rettangolare, mentre, negli episodi più recenti sono stata disegnata con la parte del corpo superiore più grande rispetto a quella inferiore. Ho grandi occhi azzurri, un lungo naso leggermente curvo, una grande bocca con due prominenti denti sporgenti anteriori e fossette con tre lentiggini sulle guance.
Solitamente indosso una camicia bianca con cravatta rossa, scarpe di pelle nera, e pantaloni marroni rettangolari con una cintura nera. Dalla forma rettangolare dei miei pantaloni deriva il mio cognome.
Sono uno dei pochi personaggi ad avere le dita. A differenza mia, che ho l'aspetto di una spugna da cucina, la maggior parte dei miei parenti, assomigliano a spugne marine, essendo di forma rotonda e di colore marrone.

In natura esistono circa 9000 specie diverse di spugne con colori molto vivaci che però si perdono rapidamente quando le spugne vengono estratte dall’acqua ed esposte all’aria.
Le loro dimensioni variano da pochi millimetri a oltre due metri di diametro con le forme più varie. La spugna più grande è stata scoperta nel 2016 nel mare delle Hawaii ed è lunga oltre 3,5 metri, larga 2 metri ed alta 1,5 metri.
Le spugne sono organismi invertebrati pluricellulari molto semplici: non hanno organi e neppure veri e propri tessuti (nervoso, muscolare, digerente, respiratorio e circolatorio), ma solo cellule differenziate che agiscono in modo coordinato.

D. Dove vivi?

R. Vivo in una casa a forma di ananas in Via Conchiglia 124 a Bikini Bottom che è una città situata sul fondo dell'Oceano Pacifico. La mia casa è un ananas arancione con due finestre ad oblò e una canna fumaria. Quando mi sono trasferito a Bikini Bottom, ho visto molte case, ma nessuna era di mio gradimento. Proprio mentre stavo per arrendermi, un ananas è caduto in mare da una barca nel giardino di Squidd Tentacolo che è un polpo e ha una casa a forma di Testa dell’Isola di Pasqua.

Squiddi ha perso il suo giardino, ma ha guadagnato un vicino.

In natura, le spugne vivono prevalentemente in mare, dalla costa fino a profondità elevate, ma esistono anche alcune specie d'acqua dolce.
Grazie alle loro caratteristiche, riescono ad adattarsi bene in acqua, sia alle basse che alle alte temperature, sia nei bassi fondali sia in profondità superiori a 8000 m. Infatti, si ritiene che la loro distribuzione sia una delle più diffuse al mondo.

D. Puoi muoverti?

R. Certo che mi muovo, anzi sono sempre in giro. Ho due gambette lunghe e sottili e sono l'unico personaggio ad indossare scarpe. Lavoro come cuoco di frittura al ristorante Krusty Krab. Il tempo libero lo trascorro, quasi sempre, con il mio migliore amico Patrick Stella, una stella marina. Siamo sempre in giro a vivere mille avventure (spesso disastrose), a caccia di meduse, a soffiare bolle di sapone e a fare scherzi a tutti, soprattutto al mio vicino Squiddi.
In natura, invece, le spugne vivono in zone poco illuminate fissate alle rD. Quanti anni hai?

R. Io sono nato il 14 luglio 1986 e, perciò, ho 33 anni ma le spugne vere invece possono vivere molti secoli. Sono state ritrovate spugne vive da oltre 2000 anni e, nell’antartico, in particolari condizioni, se ne trovano di oltre 1500 anni!

D. Come e cosa mangi?

R. Mangio di tutto, ma, senza dubbio, i Krabby hamburger che cucino, sono il cibo più buono del mondo. Ne divorerei a centinaia, senza mai stancarmi! Ingerisco i cibi introducendoli nella grande bocca che ho, facendone un unico boccone, li mastico con i miei due sporgenti dentoni e li digerisco senza difficoltà.
In natura, invece, le spugne non hanno un apparato digerente. Si nutrono per filtrazione e una spugna può filtrare, in media, due litri di acqua al minuto. Recentemente però sono state scoperte rare specie di spugne che vivono in acque profondissime che sono carnivore e riescono a catturare piccoli crostacei.

D. Cosa fai per vivere?"

R. Il lavoro è la mia vera passione. Sono un cuoco frittura al ristorante più famoso di Bikini Bottom. E’ il Krusty Krab, gestito da Mister Krab, un gambero rosso. Lì cucino e servo dei Krubby Patty, dei panini con hamburger che nascondono una ricetta speciale e segreta. Sono molto diligente e scrupoloso nel mio lavoro, tanto che sono stato eletto miglior dipendente del mese per 374 volte consecutive.
Anche le vere spugne sono molto diligenti e pulite infatti contribuiscono alla pulizia e alla nitidezza delle acque, trattenendo, con la filtrazione, molte particelle responsabili del torpore che si trova nelle profondità marine.

D. Perchè ogni tanto produci gas verdastri e maleodoranti?"

R. Mi vergogno un po' a dirlo, ma, talvolta, mi scappa qualche flatulenza quando sono nervoso o emozionato. Non lo faccio di proposito, ma mi capita senza controllo!
Le vere spugne producono odori sgradevoli per far allontanare eventuali predatori anche se già la presenza del loro scheletro interno pungente le rende poco appetibili.
Alcune tartarughe marine però hanno una dieta costituita per il 70-95% da sole spugne.

D. Vivi con qualcuno?

R. Sono felicissimo di avere in casa la compagnia di Gary, una lumaca di mare che, però, miagola come un gatto. E’ l’equivalente di un animale domestico degli esseri umani. E' intelligentissimo, ma odia lavarsi.
Le porifere, spesso, nel fondo marino, ospitano degli organismi viventi in cerca di un rifugio tranquillo.

Le spugne possono costituire dense colonie che diventano importanti habitat per comunità animali e vegetali.

D. Sei fidanzato?

R. Non ho una fidanzata, ma ho un’amica “speciale” che si chiama Sandy Cheeks. E’ uno scoiattolo striato e viene dal Texas. Per poter vivere sott'acqua, indossa, sempre, una tuta da astronauta con un casco trasparente e delle bombole di ossigeno. E’ intelligentissima: è una scienziata e un’inventrice. E’ anche molto atletica: è una campionessa di Karate. Spesso mi alleno con lei.
Le porifere, in realtà, sono ermafrodite: hanno le cellule di riproduzione di entrambi i sessi. La riproduzione avviene per gemmazione oppure è di tipo sessuato; nel primo caso si forma una protuberanza sul corpo della spugna che crescendo può rimanere attaccata al corpo del genitore oppure staccarsi. Se la riproduzione invece è del secondo tipo uova e spermatozoi vengono prodotti in tempi diversi dalla stessa spugna e rilasciati nell’ambiente marino.

Micaela Luisa

ULTIME NEWS