Donna Moderna
FocusJunior.it > Junior reporter news > Junior reporter, BABBO NATALE è IN PERICOLO, 3° puntata

Junior reporter, BABBO NATALE è IN PERICOLO, 3° puntata

Stampa

Margherita ci racconta di Babbo Natale che affronta draghi e magie per riuscire a consegnare i regali a tutti i bambini (la prima e la seconda puntata sono state pubblicate ieri e l'altroieri)

Sguscio tra le zampe del drago magro, lui sputa un'ondata di lame di ghiaccio, una mi prende la giacca, arrivo all’altra porta e mi rinchiudo dentro. Su un tavolino vedo una chiave di ferro grossa e larga: la seconda chiave! Mi trovo davanti a un muro deserto, guardo su e vedo la porta, ho un solo problema: come faccio ad arrivare lassù? La mia domanda ha una risposta che mi risuona dentro la testa, qualcuno sta dicendo:

“abbiamo tolto la gravità”.

Di colpo mi ritrovo a galleggiare in aria; “nuoto” fino alla porta, la apro e vedo il cielo pieno di stelle con due occhi rosso sangue davanti a me: non è il cielo ma è un drago alato! Senza pensarci due volte mi sfilo dalla schiena la lama di ghiaccio e gliela conficco in un occhio. Corro nell’aria e raggiungo l’altra porta, la chiudo alle mie spalle e la gravità ritorna. Anche qui c’è una chiave, è d’argento, fine e lunga: la terza chiave! Sono pronto ad affrontare un altro drago, apro l’ultima porta e mi trovo in una sala grande e circolare, non c’è nessun drago ma c’è qualcuno: una ragazza dai capelli neri che un tempo aveva rossi, gli occhi rossi che un tempo aveva azzurri, i vestiti strappati e le scarpe bucate. È Stephanie Bullok!

alamy/Ipa

“Ciao Babbo Natale! Non credevo che avresti nemmeno osato mettere un piede fuori dalla tua orrida casa, se si può chiamare casa, al Polo nord! Non credevo che avresti messo la tua vita in pericolo pur di dare ai bambini degli stupidi regali! Con me non ti sei fatto scrupoli a darmi il primo regalo di tutta la mia vita, e anche l’unico, inzuppato, e poi non me ne hai portati più, e ora io mi voglio semplicemente vendicare! Ciao, ciao Babbo Natale!”

Mi punta una pistola alla tempia e mi dice: “Esprimi il tuo ultimo desiderio.” La prima cosa che mi viene in mente è una barzelletta: Che cosa dice un cane sotto l’albero di Natale?

“Hanno messo le luci nel bagno!”

La dico e lei per un secondo mi guarda stupita e poi rotola a terra da quanto ride, mi metto a ridere anche io e lei dopo un pò esplode!

E’ esplosa la “lei” cattiva, cioè quella di fuori, ma la “lei” buona è rimasta e ora sta correndo verso di me con la chiave d’oro, me la da, mi abbraccia e mi chiede: “posso diventare un tuo elfo?” Le rispondo con un grosso: sì!

E da quell’anno lui e lei si aiutano ogni Natale per portare la gioia ai bambini poveri e ai bambini ricchi, perché la gioia non si può comprare, rubare o prestare!

Buon Natale!

 

Margherita V.

11 anni

La prima e la seconda puntata sono state pubblicate ieri e l'altroieri.